Vicenza, esperti di Intbau studiano il Teatro Olimpico

Vicenza – Si è tenuto nei giorni scorsi a Milano l’evento Intbau che riunisce 250 esperti per la diffusione di buone pratiche dal rilievo alla progettazione. la cosa ci riguarda abbastanza da vicino poiché l’evento ha proprio in questi giorni un prolungamento a Vicenza, per la precisione nei giorni 7, 8 e 9 luglio. Intbau infatti, in collaborazione con il Politecnico di Milano, ha avviato lo studio del Teatro Olimpico con le più avanzate tecnologie di rilievo digitale.

Con queste tecniche si otterrà un calco del capolavoro palladiano, grazie al quale sarà possibile studiarne la forma geometrica ispirata ai canoni vitruviani, analizzare i secreti della scenografia prospettica e poi divulgar e gli esiti in modo molto efficace, ad esempio attraverso copie e modelli tattili da utilizzare per scopi didattici o raccontare il teatro attraverso visite virtuali accessibili anche tramite il web. Si tratta delle nuove applicazioni di realtà aumentata, tra i settori maggiormente in crescita nei prossimi anni per quanto riguarda i servizi alle persone e alle comunità.

Quanto all’evento annuale di Intbau nel suo complesso, esso rappresenta un’occasione di scambio e aggiornamento delle ricerche e delle migliori pratiche nelle discipline del patrimonio culturale e dell’architettura. Il Politecnico di Milano e la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per la metropoli lombarda, supportano l’iniziativa con la collaborazione dell’Unione italiana disegno, la Società scientifica italiana del disegno.

Intbau è una rete no-profit che lavora sotto il patrocinio del suo fondatore, il Principe di Galles, con il contributo di esperti, università e professionisti e istituzioni pubbliche. Assicura la diffusione dei principi universali del costruire e le loro applicazioni per affrontare le sfide per la protezione e la valorizzazione del patrimonio costruito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *