Vicenza, acquistare il Torrione un’opportunità

Vicenza – Il Torrione di Porta Castello è un simbolo di Vicenza. Una parte molto significativa delle antiche mura scaligere, già oggetto di un recente e accurato restauro. Acquistato all’asta per 310 mila euro, rispetto ad una base di partenza di 4,5 milioni di euro, potrebbe ora essere acquisito dal Comune di Vicenza esercitando il diritto di prelazione, ad un importo oggettivamente simbolico. Questa è la vera opportunità che si presenta: riportare nel patrimonio pubblico un simbolo di Vicenza, risalente alla storia medievale vicentina, ad un prezzo estremamente conveniente.

Di fronte all’offerta di una società privata di darne la nuda proprietà alla città, in cambio di un usufrutto trentennale, l’amministrazione comunale si dimostra titubante. Ma qui non stiamo parlando di virtuosi rapporti tra pubblico e privato, che pure esistono, ma di cedere la gestione di questo pezzo della nostra storia per tanto tempo ad una fondazione di cui non sono noti, se non per dichiarazioni dei alcuni esponenti della stessa amministrazione, i termini dell’accordo che tra l’altro sembra ancora in fase di perfezionamento.

Riteniamo comunque lodevole la disponibilità, se è questa l’intenzione della società che ne detiene la proprietà, ma ciò non toglie che il Comune di Vicenza abbia il dovere di riportare nel patrimonio pubblico un pezzo così simbolico della nostra storia. L’amministrazione comunale può procedere con l’acquisto e, se ritiene così significativo favorire l’esposizione di una collezione privata di arte contemporanea nel Torrione stesso, procedere poi con una convenzione ad hoc.

È comunque importante valutare quanti artisti e professionisti possano essere interessati ad esporre in questo spazio unico. Intanto lo si acquisti, i fondi sono già stati stanziati, e si risponda alla città che chiede che i suoi simboli siano pubblici. Successivamente sarà quindi possibile aprire il Torrione alle idee dei cittadini e alla creatività dei tanti artisti locali e non.

Sono certo che proposte e iniziative non mancheranno: spesso le migliori idee nascono dal basso, dalle idee di cittadini e associazioni, dallo studio di ciò che ci circonda. È per Vicenza un’occasione storica: riconsegnare ai cittadini un gioiello che da secoli veglia l’ingresso del nostro centro storico.

Otello Dalla Rosa – Associazione Vinòva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *