Schio e dintorni

A Schio arriva il Creativity Summer Festival

Schio – Sabato 15 luglio Schio si trasformerà in un “contenitore culturale” di musica e performance artistiche per i giovani. Nel tardo pomeriggio è infatti previsto il debutto del Creativity Summer Festival, che continuerà fino a mezzanotte. “Non la solita notte bianca”, come ha precisato l’assessore alle politiche giovanili, Barbara Corzato, che con l’omonimo servizio comunale e la collaborazione della cooperativa Le Macchine Celibi, ha promosso l’evento.

E’ ricco il programma di questo primo Festival della creatività giovanile: proiezioni, graffiti, mostre, esibizioni, conferenze e musica per tutti i gusti. Si comincia alle 16, con le esibizioni di parkour in piazza Falcone – Borsellino. Più tardi, dalle 17 alle 22.30, via Pasubio e la galleria Conte ospiteranno mostre fotografiche e di pittura, mentre all’interno del Lanificio Conte e a Palazzo Toaldi Capra ci sarà spazio per le proiezioni di video.

Alle 19.30, nella sala degli affreschi di Palazzo Toaldi Capra, si terrà una conferenza dal titolo “Bufale un tanto al Kilo”, durante la quale giovani scienziati esploreranno l’attualità delle fake news. Inoltre piazza Falcone – Borsellino ospiterà anche una mostra dei modelli dei “careti”, progettati da Martino Facci per l’omonima gara.

Per quanto riguarda, invece, la musica, per le vie del centro si esibiranno gruppi locali: gli Anagramma (rock), i Plunkake (alternative rock), gli Egoway (archi). Gran finale della giornata, alle 21, il concerto dei Moseek in piazza Falcone – Borsellino, con ingresso gratuito. Il gruppo fa tappa a Schio direttamente da X-Factor, prima di partire per la tournée estiva.

“Il Creativity Summer Festival – ha commentato Corzato – è un’iniziativa di ampio respiro, che mette i “giovani in centro: protagonisti e, al tempo stesso, spettatori di proposte fatte a loro misura. Sarà una occasione per vivere la città e condividerla con gli amici, facendo qualcosa di diverso, di divertente negli spazi di tutti i giorni. E’ anche un modo per contrastare il disagio e offrire spazi e luoghi dedicati all’espressività giovanile, come strumento di evoluzione personale e di crescita”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button