Provinciavicenzareport

Pfas, la Miteni ha incontrato Cgil, Cisl e Uil

Vicenza – Incontro quest’oggi, a Vicenza, presso la sede di Confindustria, tra i vertici della Miteni e quelli dei sindacati Cgil, Cisl e Uil. L’incontro faceva seguito alla richiesta avanzata dalle organizzazioni Sindacali, confederali e di categoria, per un confronto sul piano industriale di riconversione delle produzioni e sulla bonifica del sito aziendale. Alla presenza di Carlo Frighetto e Annalisa Cristellon, di Confindustria Vicenza, l’amministratore delegato di Miteni Spa, Antonio Nardone, ha illustrato ai segretari provinciali dei sindacati, Giampaolo Zanni (Cgil),  Riccardo Camporese (Cisl) e Grazia Chisin (Uil) le linee del piano industriale dell’azienda.

Nardone ha presentato il piano di investimenti e le prospettive per lo sviluppo di nuovi prodotti, in particolare per il settore farmaceutico, e il forte calo del settore agrochimico. Per quanto riguarda la produzione dei perfluorurati, è stata evidenziata la programmata riduzione delle celle di lavorazione, che passeranno da 26 a 14, ed è stato confermato che la produzione di Pfas comprende esclusivamente i Pfbs (a catena corta).

Sotto il profilo ambientale, l’azienda ha illustrato gli investimenti svolti e programmati in materia di bonifica del sito, evidenziando uno stato di continuo monitoraggio da parte delle Istituzioni: negli ultimi 18 mesi l’Azienda è stata oggetto di oltre 100 accessi ispettivi di cui 91 verbalizzati. Illustrati inoltre gli investimenti nella formazione del personale, per la sicurezza dei lavoratori, per la bonifica del sito e la riduzione dell’impatto ambientale.

I rappresentanti sindacali hanno chiesto informazioni sui controlli sanitari sui lavoratori e ex lavoratori per i quali era stata richiesta la presa in carico da parte della Regione nell’incontro svoltosi a palazzo Balbi lo scorso aprile.  Nardone ha confermato che oltre alla sorveglianza sanitaria interna, la Ulss competente ha chiesto e ricevuto tutti i dati dei lavoratori attuali e storici. Si è concordemente stabilito di proseguire, in modo costruttivo, il percorso così avviato in sede istituzionale anche regionale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button