Veneto

Maltempo, la Regione dichiara lo stato di crisi

Venezia – Il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ha deciso di dichiarare lo stato di crisi per il maltempo di oggi, che ha provocato seri danni in varie aree del territorio, in particolare nel vicentino. L’atto, propedeutico alla richiesta di dichiarazione dello stato di emergenza, sarà firmato nelle prossime ore, mentre è già iniziata la conta dei danni in contatto con i Comuni colpiti. La complessa operazione è coordinata dall’assessore regionale alla protezione civile Gianpaolo Bottacin.

Una volta firmato dal presidente della Regione, lo stato di crisi rimarrà comunque “aperto” all’inserimento delle segnalazioni di danni che dovessero pervenire successivamente e alla loro quantificazione, com’è di prassi in tali circostanze.

Tra l’altro, a questo proposito, c’è anche da segnalare che la sequesnza di temporali, con pioggia scrisciante e grandine, che ha iniziato a interessare il Veneto sin da stamattina, potrebbe proseguire fino alla mattinata di mercoledì 26 luglio. Sulla base delle previsioni emesse dall’Arpav, il Centro funzionale decentrato della Protezione Civile della Regione, ha quindi prolungato oggi lo stato di attenzione, già emesso ieri, portandolo fino alle 8 di mercoledì, valevole su tutto il territorio regionale. Per il bacino idrografico dell’Alto Piave, lo stato di attenzione è limitato alle ore 8 di domani, 25 luglio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button