Ha un chilo di droga nella pancia. Profugo arrestato

Vicenza – Nuovo colpo messo a segno contro il traffico di droga dagli uomini della Squadra Mobile di Vicenza. Solo un paio di settimane dopo l’arresto di un corriere che, da Amsterdam, portava a Vicenza ovuli di cocaina ed eroina, ecco un altro arresto del tutto analogo da parte della polizia berica.

Godspower Odiase
Godspower Odiase

Anzi stavolta il quantitativo che ha fatto scattare le manette ai polsi del secondo corriere è più rilevante, trattandosi di un chilo circa di sostanza stupefacente. Anche stavolta si tratta di eroina e cocaina, ed anche in questo caso il malvivente aveva ingerito degli ovuli pieni di droga. L’arrestato è un nigeriano di 21 anni, Godspower Odiase, intercettato alla stazione ferroviaria di Vicenza, proveniente da Monaco di Baviera. Sottoposto ad un controllo, l’uomo  ha dimostrato nervosismo, sebbene in apparenza non risultasse esservi nulla di irregolare.

Gli agenti hanno deciso a quel punto di approfindire ed hanno accompagnato in ospedale il giovane. All’esame della tac sono così risultati visibili nella pancia del nigeriano un notevole numero di ovuli, 103 alla fine, per la precisione. Ci sono voluti alcuni giorni perché fossero tutti espulsi.

Dopodiché l’uomo, che è stato piantonato per tutto il tempo trascorso al San Bortolo, è stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti. Bisogna anche sottolineare che il nigeriano è risultato essere un profugo in possesso di permesso di soggiorno per protezione sussidiaria. Ora si indaga per far luce su quella che sembra essere una reta criminale dello spaccio piuttosto ampia ed organizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *