Il tenore Francesco Grollo
Il tenore Francesco Grollo

Galà della Lirica al Marostica Summer Festival

Marostica – Dopo l’apertura, ieri, con il concerto di Nek, sarà il Galà della Lirica ad inaugurare ufficialmente questa sera, alle 21.30, la terza edizione di Marostica Summer Festival. Ad interpretare le più famose melodie delle opere di Verdi, Puccini e Bizet saranno i solisti Annalisa Raspagliosi (soprano) e Mauro Augustini (baritono, che sostituisce per indisposizione Elia Fabian), con ospite d’onore il tenore trevigiano Francesco Grollo. Gli interpreti saranno accompagnati dal Coro filarmonico veneto, formato da più di 80 elementi, e dal coro Cantores pagenses, con l’Orchestra regionale filarmonia veneta, composta da 45 elementi, diretti dal maestro Marco Titotto.

Dopo l’omaggio a Ennio Morricone e il tributo alle più famose colonne sonore di Hollywood delle passate edizioni, il festival riserva dunque la serata di gala di quest’anno all’opera lirica, in una grande produzione che vede in scena l’orchestra e il coro veneti nella bellissima scenografia di Piazza degli Scacchi. Per l’occasione Francesco Grollo sarà il portavoce del progetto “Musica per il Sociale”, iniziativa per sostenere e rendere più accessibile la partecipazione delle persone diversamente abili agli eventi musical.

Nato a Treviso, il tenore Francesco Grollo, inizia lo studio del canto lirico con Renato Bardi Barbon perfezionandosi, in seguito, con il grande tenore Franco Corelli e con Angelo Mori. Viene scoperto da Francesco Siciliani che, in qualità di direttore artistico del Teatro La Fenice di Venezia, lo farà debuttare, con il ruolo di Pinkerton, nella “Madama Butterfly” di Puccini (1996). Anna Rospigliosi invece ha collaborato con il direttore d’orchestra Riccardo Chailly e cantato al fianco di Luciano Pavarotti, esibendosi con lui in numerosi concerti negli Stati Uniti, in Europa e in Messico. Momento culminante sono stati i tre concerti a Tokyo della tournee mondiale d’addio di Pavarotti.

Quanto a Mauro Augustini, a lanciarlo nel mondo della lirica, fu il premio “Toti del Monte”, di Treviso, conseguito con l’opera “I Pagliacci” di Ruggero Leoncavallo, dove debuttò il ruolo di Tonio. Ha frequentato il Conservatorio Verdi di Milano sotto la guida di Pier Miranda Ferraro e si è perfezionato con artisti del calibro di Mario del Monaco e Tito Gobbi. Tosca, Rigoletto, Nabucco sono tra le molte opere che Augustini ha interpretato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *