martedì , 26 Ottobre 2021

Malo, furti di auto e nelle case. Arrestato 22enne

Malo – Un giovane di 22 anni, Binyam Dalla Fontana, residente a Malo ma da tempo senza fissa dimora, nullafacente, plurisegnalato per reati predatori, è stato arrestato ieri dai carabinieri perché trovato a bordo di un’auto rubata e perché sospettato di altri furti nella zona. In particolare, nella notte dello scorso 21 luglio, ignoti malviventi avevano compiuto furti in alcune abitazioni e in un capannone industriale nella zona maladense.

Binyam Dalla Fontana
Binyam Dalla Fontana

Tra le altre cose, era stata rubata una Chevrolet Cruze da un magazzino in via Busia. Nei giorni successivi era stato messo a segno un altro colpo, in una casa, nei pressi di San Vito di Leguzzano, che aveva fruttato ai ladri vari monili in oro. Lo studio delle telecamere di sicurezza, installate dall’amministrazione comunale di Schio, ha rivelato che, nella zona dove erano stati commessi i furti, circolava proprio la Chevrolet rubata nei giorni precedenti.

I carabinieri hanno così predisposto gli opportuni servizi di polizia, integrati anche da personale in borghese, per catturare gli autori dei furti seriali. Le ricerche si sono concretizzate appunto ieri mattina, a Malo dove i militari della stazione locale, supportati dai colleghi del Nucleo radiomobile di Schio, nei pressi del cantiere della superstrada Pedemontana, hanno individuato l’autovettura con a bordo Dalla Fontana.

Il giovane ha, fin da subito, reagito male. Per sottrarsi al controllo, dopo essersi morso volontariamente un labbro, ha più volte sputato saliva mista a sangue in faccia ai carabinieri, aggredendoli con calci e pugni ed offendendoli con epiteti irripetibili, prima di essere bloccato e tratto in arrestato. I carabinieri che sono rimasti contusi sono stati medicati al pronto soccorso dell’ospedale di Santorso. La Chevrolet invece è stata restituita alla proprietaria.

Ora si indaga per verificare se il materiale rinvenuto all’interno dell’abitacolo dell’auto sia collegato ad altri episodi delittuosi. L’arrestato è stato associato alla casa circondariale di Vicenza, in attesa del giudizio direttissimo disposto dalla magistratura berica e previsto per oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità