Esercitazione di protezione civile a San Pietro Mussolino

San Pietro Mussolino – A trent’anni dalla sua costituzione a San Pietro Mussolino, il gruppo di Protezione civile Ana Valchiampo si dà di nuovo appuntamento nel piccolo comune dell’ovest vicentino per una esercitazione che prevede la cura e la messa in sicurezza del letto del torrente Valdangola Val Mora. Si tratta di un corso d’acqua che si trova oggi in uno stato di alto pericolo, a causa della folta vegetazione che ne sta ostruendo il letto.

Nel corso di questa esercitazione, che è stata programmata per sabato 8 luglio, dalle 8 alle 12.30 in via Don Giovanni Cosaro, i volontari del gruppo taglieranno infatti gli alberi e gli arbusti presenti, così da permettere di nuovo un regolare deflusso dell’acqua.

“A distanza di trent’anni – ha commentato il sindaco di San Pietro, Gabriele Tasso – questo gruppo di volontari continua a mettere in campo energie per aiutare tutti i cittadini d’Italia colpiti dalle calamità naturali”.

Numerosi, infatti, gli interventi per la sicurezza del territorio della Valchiampo, ma anche per altre zone del nostro paese che si sono trovate ad affrontare eventi meteorologici avversi, terremoti o disastri ambientali, ai quali hanno partecipato i volontari.

“Il gruppo Ana Valchiampo – ha proseguito Tasso – supporta tutte le nostre amministrazioni locali in caso di grandi manifestazioni e continua a svolgere importanti lavori di prevenzione per mettere in sicurezza l’ambiente dai rischi idrogeologici. Per finire, sabato nel cortile delle scuole sarà visitabile anche un’esposizione delle attrezzature usate dai volontari per i loro interventi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *