Breaking News

Danni maltempo, un aiuto da Banca Alto Vicentino

Schio – Si stanno ancora stimando i danni del maltempo che si è abbattuto nei giorni scorsi nella zona dell’Alto Vicentino. Particolarmente colpito è stato, come è noto, il mondo dell’agricoltura, con i raccolti che sono in parte compromessi. Danni significativi però si sono avuti anche su fabbricati, abitazioni e veicoli. Per questo il consiglio di amministrazione di Banca Alto Vicentino ha scelto di sostenere le aziende e le famiglie che hanno subito danni a causa del maltempo, mettendo a disposizione in tempi rapidi, sia di clienti che dei non clienti dell’istituto, un plafond di tre milioni di euro.

“Ogni finanziamento – spiega la banca in una nota – prevede un importo massimo di 30 mila euro. Attraverso questo strumento straordinario sarà possibile richiedere prestiti fino a 36 mesi a un tasso di interesse fisso del 2% e con l’esenzione da tutte le voci di spesa. Le richieste potranno essere inoltrate presso tutti gli sportelli di Banca Alto Vicentino, presentando un’autocertificazione dei danni subiti”.

La banca si mette inoltre a disposizione per “valutare finanziamenti di importo e durata superiori a quelli indicati, qualora sussistano specifici casi che richiedano interventi di maggiore entità. Il nostro obiettivo prioritario – conclude Banca Alto Vicentino – è quello di sostenere le famiglie residenti nel territorio e di supportare le imprese nella continuità della loro attività, offrendo un aiuto economico concreto e condizioni  agevolate, in attesa di eventuali interventi dello Stato”.

“Ci è stata comunicata oggi – ha commentato il sindaco di Schio, Valter Orsi, – la decisione di Banca Alto Vicentino di stanziare tre milioni di euro per finanziamenti agevolati a coloro che subito danni per la grandinata del 24 luglio scorso. Con questa banca c’è un importante rapporto di collaborazione: nel 2016 abbiamo stipulato una convenzione per la concessione di finanziamenti agevolati finalizzati ad opere di rinnovamento estetico e riqualificazione energetica degli immobili; con la Commissione città senza barriere è stato progettato il parco inclusivo che verrà realizzato a Magrè, nell’area comunale proprio dietro la sede della banca, che ha messo a disposizione centomila euro per l’acquisto dei giochi. Questa ulteriore disponibilità dimostra la vicinanza di questa banca al territorio. Al suo presidente, Domenico Drago, e a tutto il consiglio di amministrazione va il nostro ringraziamento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *