Provinciavicenzareport

Contaminazione da Pfas, nuovi carotaggi alla Miteni

Venezia – I tecnici dell’Agenzia regionale per la prevenzione e protezione ambientale del Veneto, Arpav, hanno iniziato in questi giorni la seconda campagna di caratterizzazione dei terreni di pertinenza dell’azienda Miteni di Trissino, in relazione al problema della contaminazione da sostanze perfluoro alchiliche (Pfas) che ha colpito un’ampia area tra le province di Vicenza, Padova e Verona.

L’intervento verrà eseguito secondo le disposizioni e sotto la supervisione del Nucleo operativo ecologico (Noe) dei Carabinieri, incaricato delle indagini. “I nuovi carotaggi – spiega una nota di Palazzo Balbi – vengono effettuati a maglia stretta all’interno dell’azienda e proseguiranno per tutto il mese di agosto. Serviranno a definire con precisione le azioni di bonifica necessarie”.

“E’ ferma volontà della Regione – ha precisato l’assessore regionale all’ambiente, Gianpaolo Bottacin – attenersi al principio sancito dalla normativa ambientale che chi inquina paga. Ci siamo già costituiti parte civile per rivalerci su chi ha inquinato. Su questo punto noi abbiamo intenzione di andare fino in fondo per far pagare i responsabili, vale a dire tutti coloro che hanno avuto un ruolo in questa vicenda”.

E questo pomeriggio, sempre a Venezia, l’assessore Bottacin ha incontrato i delegati delle segreterie regionali delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil proprio per aggiornarli sulla problematiche ambientali della Miteni, collegate alla questione dell’inquinamento da pfas, e sui passi compiuti dalla Regione nella vicenda.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button