sabato , 31 Luglio 2021
Vicenza, spara in ospedale ma il colpo è a salve

Circoncisione fatta in casa. Salvato bimbo di un anno

Vicenza – Sebbene in passato si facesse, sebbene le tradizioni a volte vadano più in là del comune buon senso, la circoncisione non è qualcosa che si possa fare in casa. Ed invece è successo che un bambino di pochi mesi è stato salvato appena in tempo all’ospedale San Bortolo di Vicenza dopo che si era sviluppata un’infezione proprio a causa di una circoncisione fatta al di fuori delle strutture sanitarie. Tutto questo, ieri mattina, quando una coppia di cittadini ghanesi, richiedenti asilo, hanno portato il loro bambino di un anno al pronto soccorso.

I medici del san Bortolo non ci hanno messo molto a capire di cosa si trattasse e per fortuna c’era ancora tempo per evitare il peggio. Era successo che i genitori avevano portato il bimbo ad un loro connazionale, per farlo circoncidere, evidentemente seguendo l’usanza che si erano lasciati alle spalle. Non si trattava di un medico, c’è chi parla di uan specie di santone, e del resto la vicenda non è stata del tutto chiarita poiché i due profughi non parlano l’italiano e non hanno potuto spiegarsi adeguatamente.

Quello che è certo è che i medici vicentini hanno preso molto sul serio le condizioni del piccolo, ricoverandolo subito e prestandogli le cure adeguate. Ora sta meglio e potrà essere dimesso probabilmente presto. Il personale sanitario del San Bortolo ha comunque segnalato i fatti alle forze dell’ordine, che ora stanno verificando ogni aspetto della vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità