Calcio, primo impegno per Vicenza e Bassano

Vicenza – In una estate calda e difficile, con la nostra gente già in vacanza o in procinto di andarci, è cominciata ieri la nuova stagione calcistica, con il primo impegno ufficiale per le squadre che militano nei campionati professionistici. Per quanto ci riguarda, si parla di Serie C (sembra che quest’anno si sia tornati al vecchio nome, mandando in soffitta quello di Lega Pro), dopo la disastrosa ultima stagione del Vicenza, retrocesso dalla Serie B. Ed ecco che quest’anno avremo quindi il derby Vicenza-Bassano, che ieri è andato in scena a distanza con le due formazioni impegnate contemporaneamente nel primo turno di Coppa Italia.

Diciamo subito che il Vicenza ce l’ha fatta, passando il turno a spese della Pro Piacenza, sconfitta al Menti per 4-1, mentre il Bassano è stato superato per 3-1, in tasferta, dalla Juve Stabia, ed esce subito di scena. Tuttavia, bisogna aggiungere che si tratta pur sempre di calcio estivo, che i giocatori sono lontani da una forma accettabile e che spesso le stesse squadre sono ancora molto incomplete. Il Vicenza si presenta con una formazione tutta nuova, con molti giovani che ruotano ad alcuni pilastri “della vecchia guardia”, come Giacomelli, ieri autore di una doppietta.

Se voleva essere un test dunque, i biancorossi lo hanno passato, nonostante siano andati in svantaggio nei primi minuti del match, riproponendo un copione già visto più volte in passato secondo il quale l’inizio è spesso difficile. La squadra ha comunque subito reagito ed ha dimostrato che la strada dovrebbe in fondo essere quella giusta. Tra le lacune da colmare sembra esserci quella che riguarda l’attacco, a giudizio di tutti da rafforzare.

Per quanto riguarda invece il Bassano, l’impressione che si è avuta è stata che la Juve Stabia sia decisamente più avanti nella preparazione, e questo ha pesato su quella che era la prima partita ufficiale della nuova stagione. Ci sarà tempo comunque per recuperare, e certamente non vale la pena recriminare più di tanto su questa eliminazione in Coppa Italia. A far la differenza vera sarà il campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *