Breaking News

Vicenza, iniziata la bonifica dell’area ex Zambon

Vicenza – È iniziata la bonifica dei terreni e delle acque sotterranee nell’area industriale ex Zambon di via dei Cappuccini, a Vicenza. I lavori, il cui importo complessivo supera i 26 milioni di euro, a carico di Zambon Group spa avranno una durata di 3 anni circa, e si concluderanno quindi nel giugno del 2020.

Le operazioni di bonifica, rese necessarie dopo il rilievo di sostanze contaminanti presenti nei terreni e nelle acque sotterranee dell’ex sito industriale in concentrazioni superiori ai limiti di legge, interesseranno un’area di 32 mila 419 metri quadrati, dei quali 28 mila 559 oggi di proprietà del Comune di Vicenza e 3 mila 860 metri quadrati di proprietà della Zambon Group spa.

Al termine dei lavori verranno realizzati un parco pubblico di 16 mila metri quadrati a sud-ovest del sito, percorsi pedonali e ciclabili, un parcheggio a sud-est, e una zona residenziale di 7 mila metri quadrati circa, a nord dell’area.

Tornando al presente, nei primi 3 mesi, da luglio a settembre, oltre alla preparazione del cantiere, verranno demoliti alcuni edifici presenti all’interno del sito e ci si occuperà dello smaltimento in sicurezza di alcune parti degli edifici in demolizione contenenti amianto. In seguito, come da progetto approvato da Comune, Arpav, Ulss 8 Berica e Provincia di Vicenza, si procederà con i lavori di bonifica, secondo una tecnica innovativa mai impiegata in Italia per superfici cosi estese, che prevede il riscaldamento del terreno e la drastica riduzione del movimento terra.

Durante tutta la durata dell’intervento sarà operativo un sistema di monitoraggio per verificare il rispetto dei limiti di legge delle emissioni derivanti dalle attività del cantiere. Saranno controllati la qualità dell’aria, il rumore durante le operazioni, le acque sotterranee e gli scarichi idrici.

Per quanto riguarda, invece, le attività che hanno interessato l’area in passato, si possono ricordare gli interventi di messa in sicurezza d’emergenza attuati dal 2004 al fine di evitare che gli inquinanti uscissero dall’ex sito industriale, con la chiusura dei pozzi di approvvigionamento idrico, il confinamento fisico delle aree di sorgente nel settore sud-ovest e il barrieramento idraulico delle acque sotterranee. Tra il 2006 e il 2008 si è inoltre provveduto alla rimozione dei rifiuti presenti nel suolo insaturo, con l’eliminazione nei sottoservizi e vecchi serbatoi interrati.

“Le operazioni di bonifica che verranno attuate nei prossimi giorni – ha precisato l’assessore alla progettazione e sostenibilità urbana, Antonio Marco Dalla Pozza – non comporteranno alcuni rischio per la popolazione e saranno eseguite in completa sicurezza. A ottobre organizzeremo, inoltre, una assemblea pubblica per illustrare cosa è stato fatto e cosa rimarrà da fare. Faremo, inoltre, in modo di aggiornare la cittadinanza sul cronoprogramma dei lavori tramite il sito del Comune e mettendo a disposizione tutte le informazioni e gli esiti dei monitoraggi ambientali periodicamente previsti a salvaguardia della sicurezza dei cittadini”.

Per eventuali richieste di chiarimenti e di informazioni durante le attività di cantiere saranno attivi i seguenti recapiti: ufficio ambiente del Comune (0444 221580, ecologia@comune.vicenza.it); bonifica.vicenza@arcadis.com; direzione lavori: 340 409 9264 (numero attivo dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *