Provinciavicenzareport

Arzignano, nuovo assessore in giunta. E’ Nicolò Sterle

Arzignano – Importante mini rimpasto nella giunta comunale di Arzignano. Innanzitutto c’è un nuovo assessore nella squadra del sindaco Giorgio Gentilin. E’ Nicolò Sterle, 25 anni,  consigliere e capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale, che dunque da oggi entra a far parte della giunta, con alcune importanti deleghe. Sterle sarà assessore al commercio, eventi, servizi demografici, servizi cimiteriali, mobilità urbana, decoro urbano e protezione civile. L’ingresso del nuovo assessore porta anche alcuni cambiamenti nella distribuzione delle delege dei suoi colleghi di giunta.

Ad Angelo Frigo rimarranno attribuite le funzioni di sovrintendenza nei settori bilancio, lavori pubblici e viabilità, ma passerà a Sterle passando però la delega alla Protezione civile. Allo stesso modo, a Mattia Pieropan rimangono attribuite le funzioni di sovrintendenza nei settori cultura, politiche per i giovani, biblioteca, innovazione, agenda digitale e trasparenza, ma passerà la competenza sulla organizzazione degli eventi al nuovo assessore. Le altre deleghe ora affidate a Sterle sono state per lo più gestite ad interim dal sindaco Gentilin dopo l’uscita di scena di Samuel Guiotto, e sono quelle a commercio, servizi demografici, mobilità urbana .

“Ho accettato una sfida molto importante ed onerosa su problematiche particolarmente sentite da parte della comunità – ha commentato il nuovo assessore -. La mia attività in consiglio comunale è durata tre anni ed è iniziata con il secondo mandato Gentilin, come capogruppo. Ritengo di dover immediatamente avviare un confronto con le categorie professionali coinvolte nei settori di mia competenza e il mio lavoro sarà incentrato sul rendere più fruibile ed accessibile il nostro centro storico e più in generale tutto il territorio di Arzignano”.

“Nicolò Sterle – ha sottolineato da parte sua il sindaco – diventa assessore dopo un periodo di allenamento fra i banchi consiliari. Ha dimostrato di meritare questo incarico assegnatogli con un accordo di maggioranza che ho sottoscritto e condiviso pienamente. Conosce le materie in questione e la sua esperienza amministrativa potrà ulteriormente crescere. Buon lavoro quindi, perché le sue deleghe richiederanno grande impegno”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button