I tifosi biancorossi nell’ultima partita del campionato di serie B, con il Vicenza già retrocesso
I tifosi biancorossi nell’ultima partita del campionato di serie B, con il Vicenza già retrocesso

Vicenza Calcio, la nave è ancora in alto mare

Vicenza – Futuro del Vicenza Calcio ancora incerto e aperto ad ogni possibilità, nel senso che la situazione è così complessa che in tanto ormai parlano apertamente di quanto sarebbe conveniente un fallimento ed una rifondazione da zero del club, iter attraverso il quale del resto sono passati anche nomi storici e prestigiosi come quelli del Napoli, della Fiorentina e del Parma. Comunque, a parte questo, oggi c’è stata un’assemblea dei soci di Vi.Fin, la finanziaria proprietaria del Vicenza calcio, e si è risolto tutto in una ennesima fumata nera e con un rinvio.

Marco Franchetto
Marco Franchetto

La possibilità alternativa al fallimento è infatti la vendita del club, dato che nessuno dei soci dell’attuale assetto proprietario ha intenzione di proseguire nell’avventura calcistica dopo la retrocessione in Lega Pro. Del resto, i due principali protagonisti della tormentata vicenda, Alfredo Pastorelli e Marco Franchetto, negli ultimi tempi si sono parlati soprattutto attraverso roventi polemiche ed accuse reciproche. Una situazione insomma di lite nella società, che è evidentemente alla base del fallimento della stagione e che rende ora difficile uscire dal ginepraio in cui si sono cacciati i colori biancorossi.

Alfredo Pastorelli
Alfredo Pastorelli

Sarebbero due le offerte giunte alla sede di via Schio per l’acquisto del Vicenza Calcio. Una però, che sembra sia stata presa in considerazione dall’ex presidente Pastorelli, è stata invece rigettata dal resto dei soci. Veniva da una cordata di imprenditori liguri ed il referente locale era Gerardo Meridio, nome noto a Vicenza per il suo passato nella politica locale, anche come consigliere comunale a Vicenza, e per essere stato presidente dell’Ipab. E’ stata giudicata non soddisfacente, di fatto quindi neanche presa in considerazione.

La proposta sulla quale invece punta il resto del consiglio di amministrazione di Vi.Fin, a cominciare da Marco Franchetto, è quella venuta dalla holding arabo-lussemburghese Boreal Capital, che sta investendo in Veneto nel comparto sanitario, in particolare in quello della riabilitazione sportiva e che quindi vede con favore una sua presenza nel mondo dello sport. Sullo sfondo, la situazione economica del Vicenza Calcio, con le scadenze da rispettare, a cominciare dall’iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro, che deve essere fatta prima della eventuale vendita. E poi ci sono i debiti, che sembra non siano pochi… I soci di Vi.Fin si riuniranno di nuovo mercoledì. Intanto i tifosi sono ogni giorno più arrabbiati e le contestazioni non mancano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *