Veneto

Profughi, Berlato: “Negli hub promiscuità con i criminali”

Venezia – “Quello che noi sosteniamo e denunciamo fin dall’inizio dell’ondata migratoria incontrollata che ha investito l’Italia ora viene confermato anche da un rapporto del Garante nazionale sulle condizioni igienico sanitarie dei Cie e degli Hotspot. Oltre a condizioni di vita indecorose e umanamente al limite, quello che emerge è una promiscuità tra gli ospiti, tra i quali si registra un’alta presenza di soggetti con un passato da delinquenti, pronti a ripetere le loro azioni criminali nel nostro Paese”.

Sono parole di Sergio Berlato, consigliere regionale e coordinatore per il Veneto di Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale, che torna dunque sul drammatico propblema dell’accoglienza dei profughi e dei rischi che essa comporta, una situazione che secondo Berlato si sta “aggravando sempre più perché i controlli e le identificazioni non sono state fatte in modo sistematico, perché si è adottata una politica di accoglienza senza freni e, non da ultimo, anche se in un secondo momento vengono attivate misure di identificazione, non risultano siano presi provvedimenti di espulsione con rimpatri sistematici dei soggetti non aventi diritto all’accoglienza”.

“Tutta questa caotica e deleteria situazione – conclude il consigliere regionale -, aggravata da una sinistra da oltre quattro anni al governo, giova solamente alle cooperative chiamate a gestire con lauti guadagni un sistema incontrollabile”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button