Vicenzavicenzareport

PrimaNoi: “Pic nic contro il degrado a Campo Marzo”

Vicenza – Un pic nic a Campo Marzo per coinvolgere in maniera attiva i residenti della zona, ma anche tutti coloro che hanno a cuore il decoro e la sicurezza di un’area, che si affaccia sul centro storico di Vicenza e che sempre più spesso, negli ultimi tempi, è stata al centro delle cronache della città per episodi di violenza e di degrado. A lanciare questa proposta, in pratica una sorta di flash mob in programma in uno dei prossimi fine settimana, i rappresentanti PrimaNoi tramite la pagina Facebook del comitato di cittadini.

“In questi mesi – ha spiegato il portavoce di PrimaNoi, Alex Cioni – sul tavolo della politica cittadina sono arrivate varie proposte finalizzate a sanare i problemi del degrado di quella zona. Non possiamo negarci che la questione potrà essere affrontata concretamente quando in Veneto a Vicenza e provincia non arriveranno più i sedicenti profughi, mentre quelli che ci sono saranno messi nelle condizioni di non nuocere, prima di essere rispediti nei loro paese con dei rimpatri assistiti”.

Dopo l’ennesimo episodio di violenza, una rissa avvenuta lo scorso martedì, durante la quale due giovani nigeriani, volti noti alle forze dell’ordine, hanno cominciato a litigare, ferendosi a vicenda con oggetti taglienti, c’è chi, nell’ottica di una maggiore sicurezza, ha proposto di recintare il parco. Una ipotesi sulla cui utilità il comitato manifesta alcuni dubbi.

“Di giorno – ha infatti spiegato Cioni – la recinzione non impedirebbe comunque l’accesso ai noti soggetti che abitualmente vi bivaccano, mentre nel contempo rappresenterebbe l’ennesimo segnale di resa di una città in uno stato avanzato di declino”.

“Il pin nic, organizzato là dove i delinquenti giornalmente si stabiliscono assumerebbe i connotati di un evento che la politica non potrebbe ignorare, ma potrà funzionare solo se i vicentini vi aderiranno in massa e senza paura, cioè se coglieranno l’opportunità di agire in prima persona secondo uno spirito comunitario”.

“L’iniziativa, che chiediamo ai vicentini, alle associazioni e ai comitati impegnati in città contro il degrado, di promuovere assieme a noi – ha concluso Cioni – sarebbe anche utile per marcare il territorio. Ancora prima di qualsiasi operazione di polizia, dobbiamo sottolineare in maniera chiara a chi delinque che siamo noi semplici cittadini a non avere paura di loro e che siamo determinati a fare qualcosa per riprenderci quelle fette di città divenute nel tempo e da troppo tempo delle zone franche”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button