Neri Pozza assieme ad un giovane Goffredo Parise
Neri Pozza assieme ad un giovane Goffredo Parise

Premio Neri Pozza, ecco i dodici rimasti in gara

Vicenza – Sarà assegnato il 15 settembre, in una cerimonia che si terrà a Vicenza, al Teatro Olimpico, il Premio nazionale di letteratura Neri Pozza. La cinquina dei finalisti invece sarà comunicata alcuni giorni prima, il 12 settembre. Ed intanto sono stati resi noti i nomi di coloro che formano la rosa dei dodici che si contenderanno poi questo premio, promosso dalla stessa casa editrice vicentina e da Confindustria Vicenza e dedicato a opere inedite di narrativa.

I dodici libri tra i quali verrà scelta la cinquina finalista sono: “Il fruscio dell’erba selvaggia”, di Emiliano Cabuche (pseudonimo), “Sconosciuta straniera”, di Vittoria Caiazza, “Figlia di molte madri”, di Angela Colella, “Ultima Esperanza”, di Paolo Ferruccio Cuniberti, “Mille papaveri rossi”, di Enzo D’Andrea, “E che il lupo ci protegga”, di Valentina Di Cataldo, “Pelleossa”, di Veronica Galletta, “Cristiana sepoltura”, di Piero Malagoli, “Dopo il diluvio”, di Leonardo Malaguti, “Lux o come farla finita col passato”, di Eleonora Marangoni, “Nella cucina del diavolo”, di Livio Milanesio e “Raccoglievamo le more”, di Angela Motta.

Il Premio Neri Pozza ha anche una Sezione giovani, nella quale rimangono in gara i romanzi: “Figlia di molte madri”, di Angela Colella, “E che il lupo ci protegga”, di Valentina Di Cataldo, “Dopo il diluvio”, di Leonardo Malaguti, e “Lux o come farla finita col passato”, di Eleonora Marangoni. Sono stati ritenuti anche meritevoli di figurare tra i dodici finalisti dell’edizione maggiore del premio e quindi, i quattro romanzi concorrono anche per la sezione principale.

Basato sul modello dei premi letterari spagnoli, ovvero ideati e organizzati direttamente dagli editori, il Premio Neri Pozza, alla data conclusiva dell’8 maggio aveva ricevuto ben 1304 testi. Una commissione ha selezionato dodici opere che ora sono sottoposte al giudizio di un comitato di lettura composto da Marco Vigevani, Francesco Durante, Stefano Malatesta, Silvio Perrella, Romana Petri, Sandra Petrignani, Laura Lepri e dal direttore editoriale della Neri Pozza, Giuseppe Russo. Al vincitore del premio principale andrà un assegno di 25 mila euro e la pubblicazione dell’opera nel catalogo della casa editrice.

Due parole prima di concludere sulla la Sezione giovani di questo premio. E’ nata nel 2005 ed è è riservata ai partecipanti di età inferiore ai 35 anni. Per il vincitore della sezione prevede la pubblicazione dell’opera da parte di Neri Pozza Editore. All’8 maggio 2017, la sezione giovani del premio aveva ricevuto 215 testi. La selezione delle opere è avvenuta a cura del comitato di lettura del premio, in collaborazione con la Fondazione Pini Circolo dei lettori grazie a una giuria composta da dieci membri scelti fra i lettori e gli iscritti ai corsi di scrittura creativa di Laura Lepri.

“In questa terza edizione del Premio Neri Pozza – ha osservato il direttore editoriale della casa editrice – ben quattro dei romanzi in lizza appartengono ad autori di età inferiore ai trentacinque anni. Si sta dunque affacciando sul panorama letterario italiano una nuova generazione di giovani scrittori capaci di produrre opere di qualità. Un risultato significativo, se si considera che Neri Pozza pubblicò senza esitare il manoscritto inedito di un Goffredo Parise appena ventenne”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *