Enrico Pizzolo
Enrico Pizzolo

Nuovo presidente per Confagricoltura Vicenza

Vicenza – Nuovo presidente per Confagricoltura Vicenza. È Enrico Pizzolo, eletto all’unanimità dal consiglio di amministrazione dell’associazione. Resterà in carica per il  prossimo triennio e rileva il testimone da Michele Negretto, che ha concluso il ciclo di presidente dopo due mandati. Negretto rimarrà comunque come membro di giunta. Laurea in economia e commercio, 40 anni appena compiuti, Pizzolo conduce, con il fratello, un’azienda zootecnica a Lonigo ed ha alle spalle un notevole bagaglio sindacale, essendo stato vicepresidente nazionale dei giovani Anga di Confagricoltura e vicepresidente di Confagricoltura Vicenza. È inoltre presidente della sezione carni bovine di Confagricoltura Veneto.

Insieme a Pizzolo sono stati eletti i nuovi due vicepresidenti provinciali. Sono Enrico Cavazza, 33 anni, titolare di una delle aziende vitivinicole più importanti della provincia, a Montebello Vicentino, e Gianni Biasiolo, 44 anni, presidente dell’Essiccatoio cooperativo berico di Barbarano Vicentino e titolare di un’azienda di bovini da carne e produzione di energia elettrica a Villaga. Completano la giunta Michele Negretto e Sergio Secondin, titolare di un’azienda di vacche da latte.

“Ringrazio il consiglio e il presidente uscente per la fiducia e per aver creduto nel rinnovamento – ha detto Pizzolo -. Abbiamo costituito una nuova giunta giovane, che copre tutto il territorio e i comparti più importanti per la provincia: bovini da carne e da latte, cerealicolo e vitivinicolo, un bel segnale di fiducia per le nuove leve che vogliono portare nell’associazione entusiasmo e idee. Il presidente Michele Negretto rimarrà in giunta perché vogliamo che ci sia continuità tra le scelte che faremo e l’ottimo lavoro fatto dall’esecutivo uscente, che è riuscito in questi anni ad accrescere il numero di soci garantendo servizi di qualità e la certezza di una forte rappresentatività sindacale. Un’impresa non facile, in anni di grande difficoltà per l’agricoltura. La nostra mission sarà quella di essere attenti alle problematiche di attualità, dialogando con le altre organizzazioni, e di essere un punto di riferimento per le aziende che vogliano essere pronte alle sfide future del mercato e alle nuove tecnologie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *