Cronaca

Montecchio, clandestini e abusi edilizi nel condominio

Montecchio Maggiore – Tre clandestini scoperti, ventinove persone identificate, sette contravvenzioni elevate per omesse comunicazioni di ospitalità, scoperti abusi edilizi e bombole di gas abbandonate. E’ il bilancio di un controllo compiuto all’alba di ieri, in dieci appartamenti di un condominio di viale Trieste, a Montecchio Maggiore, nel quale erano state segnalate situazioni di degrado.

A queste indicazioni sono seguite indagini documentali e sopralluoghi in borghese, che si sono poi concluse con l’operazione di martedì, alla quale hanno partecipato sedici agenti della polizia locale dei Castelli, coordinati dal comandante Massimo Borgo, due carabinieri della stazione di Montecchio Maggiore, due addetti dell’ufficio tecnico comunale, tre operai comunali e il consigliere comunale incaricato ai rapporti con la polizia locale.

In poco più di tre ore, dalle 5 alle 8.30 del mattino, il blitz ha permesso di individuare tre stranieri irregolari, tutti di nazionalità indiana, che sono stati accompagnati negli uffici del comando e fotosegnalati. Si tratta di un ragazzo di 23 anni, che vistosi scoperto ha tentato di fuggire nascondendosi sul tetto. Sul suo capo pendeva un ordine di espulsione del 2015 al quale non aveva ottemperato ricorrendo al Consiglio di Stato: il giovane sarà denunciato perché privo di documenti. Scoperto anche un 34enne, privo di documenti, che è stato accompagnato in questura a Vicenza, dove è stato emesso l’ordine di espulsione. Anche una ragazza di 22 anni è stata accompagnata in questura per avviare le pratiche di espulsione, poi sospese perché risultata incinta.

I proprietari degli appartamenti dove si trovavano i tre indiani saranno denunciati con l’accusa di favoreggiamento della clandestinità. Al termine dell’operazione sono state inoltre elevate sette contravvenzioni da 320 euro l’una per omesse comunicazioni di ospitalità. I controlli hanno anche evidenziato che un ghanese e un indiano che risultavano iscritti all’anagrafe di Montecchio Maggiore non sono più in realtà residenti nel palazzo: per questo sono state avviate le pratiche per la loro cancellazione dall’anagrafe.

Le forze dell’ordine hanno constatato pure la presenza, all’interno dello stabile, di quattro bombole di gas irregolari. Per questo motivo ciascun proprietario è stato multato con 50 euro. Altre trentatré bombole sono state rinvenute abbandonate in un’area condominiale. Subito è scattato il sequestro, allo scopo di cercare di risalire ai proprietari.

Per quanto riguarda, invece, gli abusi edilizi riscontrati, questi fanno riferimento all’apertura di accessi su una parte di tetto non agibile e non in sicurezza: seguiranno accertamenti da parte del personale specializzato dell’ufficio tecnico e di una squadra della polizia locale formata proprio su questo tema. Un appartamento sembrava abbandonato, ma alcune tracce di bivacco farebbero pensare ad una occupazione abusiva. Anche in questo caso saranno svolti ulteriori accertamenti per far luce sulla questione.

La polizia locale ha intenzione di proporre al comune l’emissione di specifiche ordinanze finalizzate alla pulizia dei luoghi, alla messa in sicurezza e ad impedire l’uso di aree non agibili. Dopo il blitz è stata contattata la società Agno Chiampo Ambiente per la rimozione di un cumulo di rifiuti abbandonato all’ingresso del palazzo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button