Banche, Zaltron: “Vicenza fuori tempo massimo”

Da Liliana Zaltron, consigliera comunale di Vicenza per il Movimento 5 Stelle, riceviamo e pubblichiamo.

*****

Vicenza – C’è da rimanere stupiti dalla richiesta avanzata dai consiglieri comunali di Vicenza Ruggeri, Possamai e Pupillo, che hanno presentato una “richiesta di dibattito urgente in consiglio comunale sul tema delle banche popolari venete”. Per motivare la loro richiesta i consiglieri considerano che “la situazione è gravissima e merita una azione straordinaria” e ritengono che “il salvataggio delle banche venete debba essere posto in testa all’agenda politica di tutti i riferimenti istituzionali del nostro territorio”. Solo ora i suddetti consiglieri comunali hanno realizzato che la situazione è gravissima e  ritengono che la questione abbia priorità?

Liliana Zaltron
Liliana Zaltron

Un precedente dibattito in consiglio comunale sullo stesso argomento vi fu a dicembre 2016, già allora era fuori tempo massimo e non ha sortito alcun effetto. In quell’occasione avevamo detto che per noi del Movimento 5 Stelle era finito il tempo dei convegni, delle tavole rotonde e delle sterili discussioni. Si era già perso troppo tempo. E’ bene ricordare che nel settembre 2015, come M5S,  avevamo proposto un consiglio comunale perché, come  scrivevamo nella nostra  richiesta di convocazione  “il consiglio comunale non poteva rimanere indifferente al disagio e all’incertezza crescente di tanti soci”.

Quello era il momento di fare sentire forte e chiara la posizione di tutti i consiglieri, che avrebbero dovuto chiedere a gran voce risposte a Zonin e a tutto il cda della Banca Popolare di Vicenza, oltre a proporre azioni concrete. Ma in quell’occasione la nostra proposta è stata accantonata. Il consigliere Possamai, capogruppo del Pd, firmatario della attuale richiesta di dibattito, allora dichiarava che la questione sarebbe “finita in qualche modo in consiglio comunale” escludendo però una riunione monotematica come richiesto dal Movimento 5 Stelle.

Troppo lungo il silenzio, inesistente la proposta, assente la volontà di risposte! Anziché limitarsi a parlare, dopo il lunghissimo silenzio, questa amministrazione avrebbe dovuto agire anche attivando dei canali straordinari di assistenza per i cittadini colpiti dal dissesto. Questa amministrazione avrebbe dovuto mettere in campo una serie di attività di supporto e di sostegno. Questa amministrazione avrebbe dovuto pretendere risposte ed azioni concrete per quello che era apparso già da subito, ma evidentemente non a tutti, un problema non solo economico ma anche sociale. Tutte cose che questa amministrazione non ha fatto.

Liliana Zaltron – Movimento 5 Stelle- Vicenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *