“Bello Figo no a Schio”… Plauso di Prima Noi

“Pur criticando un modello di riferimento trash e diseducativo rappresentato fieramente dal giovane ghanese, nessuno di noi ha contestato il diritto di divertirsi dei giovani, ma prendiamo atto positivamente della decisione del gestore del locale”. E’ il commento di Alex Cioni, portavoce del comitato civico PrimaNoi alla notizia, giunta in mattinata, dell’annullamento del concerto che prevedeva la presenza, sul palco dell’Hollywood discomusic di Schio, del noto rapper ghanese Bello Figo. Cioni, nei giorni scorsi, aveva dato fuoco alle polveri, chiedendo al proprietario attraverso un post pubblicato sul proprio profilo facebook, di prendere in considerazione l’annullamento del concerto per una “questione di morale e di buon senso”.

“Il problema dell’immigrazione – ha poi spiegato il portavoce del comitato PrimaNoi – ha dei riflessi di conflittualità sociale i cui effetti non tarderanno ad arrivare anche nelle nostre comunità. Al netto della libertà di espressione, ci sono delle situazioni come quella di questo concerto che non potevano essere taciute, perché non è libertà offendere delle persone che rischiano di lasciarci la pelle in mare su qualche gommone perché illuso di trovare qui la panacea risolutrice dei suoi problemi, e non è libertà artistica offendere gli italiani e l’Italia che nonostante le tante criticità e deficienze organizzative e le opposizioni di larga parte della popolazione, accolgono questi marea di millantatori spesso travestiti da profughi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *