Arrestato rapinatore che si spacciava per agente

Vicenza – A metà dello scorso mese di maggio aveva fermato una macchina con due giovani a bordo, nella periferia di Vicenza, spacciandosi per un agente delle forze dell’ordine impegnato in un servizio antidroga. Aveva quindi simulato una perquisizione riuscendo a sottrarre denaro contante ad una delle vittime. Infine, per allontanarle, aveva pure puntato contro di loro una pistola poi rivelatasi essere una riproduzione.

Troppo anomale questo controllo perché i malcapitati non mangiassero la foglia e non facessero una denuncia. Sono così partite le indagini della Polizia di Stato, più precisamente dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico e della Squadra Mobile della Questura di Vicenza, ed il finto agente, un vicentino pluripregiudicato, ieri sera è stato arrestato.

Protagonista della sceneggiata all’italiana è stato Fabio Zanni, 41 anni, di Montecchio Maggiore, e per lui si sono aperte le porte del carcere di Vicenza, con l’accusa di rapina aggravata, possesso di armi e utilizzo di abbigliamento in dotazione alle forze dell’ordine. A casa sua sono stati trovati gli oggetti con cui operava, ovvero un berrettino come quelli in dotazione agli agenti, la finta pistola ed una ricetrasmittente che aiutava a dare un tono alla sceneggiatura.

L’uomo, che la polizia ritiene autore di altre simili rapine ad automobilisti, è per altro è ben noto alle forze dell’ordine. Ha anche scontato parecchi anni di prigione perché ritenuto responsabile di un omicidio. Attualmente era in prova presso i servizi sociali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *