Vicenza, cala il sipario sulla Nobile Provinciale

Vicenza – E’ calato il sipario dunque, ieri sera, sul campionato di serie B, ed i verdetti sono definitivi. Tra l’altro non ci saranno neanche i play out dato che il Trapani retrocede direttamente in Lega Pro assieme al Vicenza, avendo perso a Brescia mentre la Ternana si imponeva ad Ascoli. Tra le due squadre ci sono più di quattro punti, quindi gli umbri sono salvi ed il quartetto che retrocede è composto e definitivo. Le altre due a scendere di categoria sono Pisa e Latina.

Riguardo al futuro del Vicenza, è tutto da scrivere, soprattutto per il dissidio che c’è tra i soci di Vi.Fin, la finanziaria che detiene le quote azionarie del Vicenza Calcio. C’è già chi parla dell’interessamento di terzi per l’acquisto della società, la Boreas Capital, lussemburghese, dietro alla quale ci sarebbero investitori arabi, ma è tutto a livello embrionale. Inoltre quanto sarebbe efficace una soluzione di questo genere per dare alla squadra un vero e stabile futuro?

Tanto più che in casi come questi le voci si inseguono, e magari vengono poi presto smentite. E’ certo invece il malcontento dei tifosi, che hanno duramente contestato negli ultimi tempi la squadra e soprattutto la società. Anche stasera, allo stadio… Per la cronaca della partita e qualche commento su di essa, come sempre, rimandiamo alla pagina della nostra diretta web. Segnaliamo adesso solamente la lunga interruzione che c’è stata verso la metà del primo tempo, quando il Vicenza era già sotto di un gol e si vedeva lo Spezia iniziare quel tiro al bersaglio che ha caratterizzato la partita.

I tifosi si sono arrabbiati e dalla curva sud hanno cominciato a piovere in campo i lacrimogeni. L’arbitro ha dovuto sospendere l’incontro per una decina di minuti dato che il terreno di gioco era invaso dal fumo. Sono anche dovuti intervenire i vigili del fuoco per ripulire… Un sorta di spettacolo pirotecnico, amaro, che è stato comunque perdonato. Anche perchè, assieme agli striscioni di contestazione, ai fuochi e al fumo, si sono viste manifestazioni di un affetto che non finirà. Tifosi che sono un vero patrimonio per la squadra, e che tante società ci invidiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *