Breaking News
Moreno Morello, inviato di "Striscia la notizia", sarà a Schio domani sera
Moreno Morello, inviato di "Striscia la notizia", sarà a Schio domani sera

Moreno Morello conclude “Occhio alle truffe”

Schio – Si chiuderà domani a Schio la campagna sulla sicurezza promossa sul territorio da Anap, l’associazione nazionale anziani e pensionati, di Confartigianato, in collaborazione con prefettura, forze dell’ordine e comuni, dal titolo “Occhio alle truffe: facciamoci furbi!”. Ospite d’eccezione dell’ultimo appuntamento, che si terrà al Lanificio Conte, con inizio alle 20, Moreno Morello, inviato della trasmissione di Canale 5 Striscia la notizia.

“Cari amici – ha spiegato Morello, invitando tutti a partecipare alla serata di domani -, ci vediamo a Schio il 30 maggio per la somministrazione condivisa di un nuovo vaccino naturale: quello contro le truffe, inganni, equivoci e disguidi! Sviluppiamo assieme gli anticorpi della consapevolezza per regalarci una tranquilla esistenza da consumatori felici ma avveduti”.

L’anno scorso l’inviato di Striscia la notizia era stato protagonista dello spettacolo “Truffattori”: dal palco del Teatro San Marco di Vicenza, aveva raccontato truffe, raggiri, equivoci, sviste e leggerezze che spesso mettono in difficoltà gli anziani, e non solo loro. Anche a Schio, Morello saprà mettere in guardia il pubblico sulla varietà e quantità di stratagemmi che si inventano per raggirare i più deboli, suggerendo anche qualche trucco per smascherarli.

“Si tratta – ha sottolineato il sindaco di Schio, Valter Orsi – di un’ottima occasione per essere messi al corrente delle varie insidie che possono presentarsi giorno per giorno, che vedono come potenziali vittime spesso gli anziani, ma non solo”.

“I temi della sicurezza e della legalità – ha aggiunto Nerio Dalla Vecchia, presidente del Mandamento Confartigianato di Schio – sono argomenti sui quali siamo quotidianamente impegnati a tutela delle nostre aziende, soggette a truffe ed imbrogli di qualsiasi natura, così come le persone anziane, la parte più fragile della nostra società. Fare informazione dispensando consigli utili per difendersi da fenomeni truffaldini, oggi sempre più sofisticati e messi in atto da persone senza scrupoli, significa prevenire situazioni spiacevoli che, al di là dell’aspetto economico, creano anche gravi ripercussioni psicologiche alle persone che li subiscono”.

Avviata nel 2014, la campagna nazionale contro le truffe agli anziani ha l’obiettivo di sensibilizzare gli anziani al problema offrendo loro anche utili consigli di prevenzione, difesa e denuncia, riassunti in un utile vademecum.  Semplici regole di comportamento per evitare di finire nelle mani dei malintenzionati in casa, per strada, sui mezzi di trasporto, nei luoghi pubblici, ma anche attraverso internet. Tra le regole fondamentali, resta sempre valida quella di rivolgersi con fiducia a polizia, carabinieri, guardia di finanza per segnalare atteggiamenti sospetti e per denunciare danni eventualmente subiti, senza vergognarsi di non esser stati in grado di fronteggiarli. Nel Vicentino, la campagna “Facciamoci furbi!” ha proposto una serie di incontri sul territorio, a Vicenza, Rosà e Caldogno prima dell’appuntamento conclusivo di domani a Schio, con Moreno Morello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *