Breaking News

Tragedia sui luoghi del Giro. Muore cadendo in un dirupo

Enego – Un uomo di 58 anni, di Selvazzano, nel padovano, è morto oggi sull’altopiano di Asiago, dove c’era per altro l’arrivo della penultima tappa del Giro d’Italia di ciclismo, e sembra proprio che al Giro l’incidente sia collegato visto che la vittima si trovava in quei luoghi per veder passare i corridori.

E’ successo in località Stoner, poco dopo le 14, nei pressi di Enego, dove l’uomo è caduto in una scarpata che costeggia il sentiero 800. Il suo corpo è stato recuperato solo intorno alle 18.30. Si trovava in compagnia del fratello, quando è caduto rovinosamente lungo un canyon, per oltre 60 metri.

Non è chiaro ancora cosa ci sia all’origine della tragica caduta. L’allarme comunque è scattato subito e sul posto sono arrivati i vigili del fuoco e il personale del soccorso alpino che assieme hanno raggiunto l’uomo, purtroppo già deceduto per le lesioni riportate a causa della rovinosa caduta.

Dopo il nulla osta del magistrato, il corpo è stato spostato per qualche centinaio di metri, a distanza di sicurezza dalle numerose teleferiche utilizzate dai boscaioli, per essere quindi recuperato con il verricello dell’elicottero Drago 81 dei vigili del fuoco di Venezia. La salma è stata sbarcata a valle vicino il ponte di Foza a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *