Breaking News

Thene, pianoforte a quattro mani per Schubert

Thiene – Gustavo Romero, pianista americano ma di origine messicana, vincitore di prestigiosi concorsi tra cui il Clara Haskil, e Massimo Somenzi, veneziano, tra i più raffinati pianisti italiani, si esibiranno a Thiene, il prossimo 30 maggio, ospiti della Fioreria Donaflor, in un concerto dedicato alla musica di Franz Schubert. La grande musica da camera torna dunque a Thiene, raccontata e suonata, con un programma per pianoforte a quattro mani.

“Un gioiello proposto come racconto sinfonico – spiegano gli organizzatori, una meraviglia cameristica con due interpreti profondi, nella cornice profumata di Donaflor, in Galleria Garibaldi”. L’appuntamento è per le 18, l’ingresso sarà libero ma con posti limitati (per informazioni telefonare al numero 0445 367762).

Gustavo Romero è famoso a livello internazionale per la sua tecnica e la profondità interpretativa. Nato in California, a San Diego, ha scoperto l’amore per il pianoforte all’età di cinque anni e ha cominciato a esibirsi in pubblico a dieci, quando ha anche vinto il suo primo concorso. A 13 anni, si è esibito con la New York Philharmonic, sotto la direzione di Zubin Mehta. Ha vinto numerosi premi tra cui ill prestigioso Concorso internazionale di pianoforte Clara Haskil, in Svizzera, The Avery Fisher Career Grant e The Musical America Young Artist Award.

Ha suonato con le più importanti orchestre del mondo. Nel corso degli ultimi sedici anni ha presentato le sonate per pianoforte di Beethoven e Mozart, le complete a quattro-mani e a due pianoforti di Chopin, Bach, Schumann, Schubert, Brahms, Mendelssohn, Haydn, Händel, Liszt, Debussy, Gershwin, Ravel e Rachmaninoff.

Massimo Somenzi invece è nato a Venezia ed ha studiato pianoforte con Maria Italia Biagi, illustre allieva di Rio Nardi e Alfredo Casella. Si è diplomato al conservatorio “Benedetto Marcello” della sua città con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale di merito, vincendo inoltre il premio “M. Mazza” quale migliore allievo della scuola di pianoforte. Ha vinto i concorsi pianistici nazionali di Osimo, La Spezia, Pescara, Cesena. Nel 1983 ha vinto il terzo premio al Concorso internazionale per Trio con pianoforte di Colmar, Francia.

Nel 1984 ha vinto il primo premio al Concorso nazionale per complessi da camera “F. Cilea” di Palmi, il secondo premio al Concorso internazionale “Città di Firenze, Premio Vittorio Gui” e il primo premio al Concorso internazionale di Musica da camera “Città di Trapani”.Le sue incisioni discografiche comprendono tra l’altro l’opera completa per pianoforte a quattro mani di A. Dvorak e quella di J. Brahms, musiche di C. Saint-Saens, P. Hindemith, H. Dutilleux, F. Mompou, M. De Falla e A. Piazzolla, le Sonate di C. Franck, M. Ravel e C. Debussy, le Sonate di E. Grieg e R. Strauss.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *