Breaking News

Montebello, nuovo presidente alla casa di riposo

Montebello Vicentino – E’ Fabio Nicoletti il nuovo presidente della casa di riposo San Giovanni Battista di Montebello Vicentino. Nominato nel Consiglio di amministrazione dal sindaco Dino Magnabosco come surroga al compianto ex presidente Carlo Capitanio, così come previsto dal regolamento dell’Ipab, il 54enne Nicoletti è stato eletto dallo stesso CdA nel corso dell’ultima seduta. Insegnante di scienze giuridico economiche al liceo scientifico Quadri, del capoluogo berico, Nicoletti ha alle spalle numerosi incarichi nel mondo del sociale.

Fabio Nicoletti
Fabio Nicoletti

Tra i vari impegni è stato infatti direttore generale della cooperativa sociale Aurora del capoluogo berci, amministratore unico della società Ipark srl (costituita dall’Ipab per gestire la casa di riposo di Parco Città allo scadere della custodia giudiziaria) e direttore generale della Iside cooperativa sociale di Thiene. È stato inoltre consigliere provinciale e regionale di Confcooperative Federsolidarietà Veneto e consigliere di amministrazione dell’Ipab Proti – Salvi – Trento. Attualmente ricopre anche la carica di presidente della cooperativa sociale Il nuovo ponte onlus di Vicenza, dove sono presenti centoventi utenti disabili, dei quali ottanta frequentano i i centri diurni e quaranta quelli residenziali.

“Il curriculum di Nicoletti – ha precisato il sindaco di Montebello, Dino Magnabosco – parla da solo e racconta di una grande esperienza nel mondo del sociale. Siamo convinti che sia la persona adatta per prendere in eredità il lavoro fatto da Carlo Capitanio. Ringrazio tutti i componenti del CdA, in particolare il riconfermato vicepresidente Sandro Tirapelle che ha traghettato l’Ipab nel periodo trascorso dalla scomparsa di Capitanio alla nomina del nuovo presidente”.

“Quando si entra in una nuova realtà – ha spiegato Nicoletti, dopo la nomina -, è sempre opportuno farlo in punta di piedi, oltremodo se questo luogo è un posto delicato, dove si promuove e difende la dignità della persona in stato di bisogno, attraverso interventi di carattere sociale, socio sanitario e culturale. Il nostro primario interesse deve essere rivolto alla realizzazione del benessere degli ospiti, con il coinvolgimento delle risorse della comunità, e in special modo dei fruitori dei servizi e dei loro familiari, di lavoratori, volontari ed enti con finalità di solidarietà sociale”.

“Proprio in base a queste convinzioni – ha poi concluso -, concretizzeremo a breve una serie di incontri con tutti i portatori di interessi individuati all’interno della nostra casa di riposo, con lo scopo di coinvolgere chiunque sia disponibile e interessato. Oltre che alla salvaguardia dei principi di eguaglianza, imparzialità e obiettività, continuità, diritto di scelta, partecipazione e trasparenza, dovremo vigilare che i nostri obiettivi siano perseguiti con il corretto utilizzo delle risorse a disposizione, in termini di efficienza e di efficacia. Ringrazio il sindaco e l’amministrazione tutta, per la fiducia riposta, e i colleghi consiglieri, per la stima manifestata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *