Breaking News

Minaccia i familiari con la mannaia. Arrestato

Cassola – E’ con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale aggravata che un 28enne rumeno pluripregiudicato, Petrica Leu, è stato arrestato, in flagranza di reato, nella tarda serata di domenica dai carabinieri di Bassano del Grappa. Per quanto riguarda i fatti, secondo la ricostruzione dei militari, verso le 23.30 di ieri, l’uomo, residente a Cittadella e domiciliato a Cassola, sarebbe tornato a casa in stato di alterazione ed avrebbe aggredito e minacciato di morte, brandendo una mannaia, più precisamente un falcetto da macellaio, la sua compagna, una ragazza moldava di 25 anni, la sorella della giovane, una 29enne, e il marito di quest’ultima, un romeno di 32 anni. Tutti conviventi a San Giuseppe di Cassola.

Spaventati da questi comportamenti, i familiari hanno subito allertato il 112 e in pochi minuti una pattuglia del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Bassano ha raggiunto l’abitazione. I militari hanno cercato, invano, di far ragionare l’uomo, che è parso loro fuori di sé, invitandolo a calmarsi. Per tutta risposta, il 28enne si sarebbe però avventato sugli uomini dell’arma, tentando di colpirli con la mannaia.

Per respingere questa aggressione e per garantire l’incolumità di tutti i presenti, considerando anche il fatto che nell’appartamento c’erano tre minorenni, che si erano rifugiati nelle camere da letto, uno dei militari si è visto costretto ad estrarre la pistola di ordinanza e a sparare due colpi, all’altezza delle gambe, che hanno colpito l’uomo di striscio alla coscia sinistra e alla gamba destra.

Con fatica e solo dopo l’intervento di un altro equipaggio, i carabinieri sono riusciti ad immobilizzare Leu. L’uomo è stato soccorso e trasportato all’ospedale San Bassiano. Qui è stato subito medicato per le ferite superficiali d’arma da fuoco riportate e gli è stato riscontrato un tasso alcolemico di 3 grammi per litro. Il 28enne è stato poi ricoverato, in stato di arresto, su disposizione dell’autorità giudiziaria, nel reparto di psichiatria del nosocomio bassanese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *