Senza categoria

Migranti, nuovi arrivi anche nel vicentino

Venezia – “Ora dopo ora le cronache confermano che l’immigrazione è diventata un vero e proprio allarme sociale: altre migliaia di arrivi di migranti, ancora morti innocenti, impegni disattesi. Cifre che testimoniano di un quadro fuori controllo: duecentomila arrivi previsti nel solo 2017. Con questo ritmo in cinque anni saranno arrivati un milione di immigrati e l’intero sistema sociale italiano sarà al collasso. Il tutto sterilizzando per ora l’oscura vicenda di certe Ong, che di sicuro non aiutano a controllare i flussi”.

E’ quanto dichiarato in questi giorni dal presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, giorni nei quali, con l’arrivo della stagione più calda, si intensifica quel traffico nel Mediterraneo che porta nuovi migranti in Europa dalle coste del Nordafrica. Anche nel vicentino sono previsti nuovi arrivi, probabilmente parecchie decine di persone che dovranno essere sistemate e sulle quale si svilupperanno polemiche e rimostranze, dato che le strutture ricettive del territorio sono ormai incapaci di accogliere altri profughi.

“Riceviamo la notizia – aggiunge il presidente della Regione – che sono in vista altri arrivi. Questo mentre contiamo già ben oltre 30 mila arrivi nel solo Veneto. A questo punto non ci si permetta di dire che i Veneti sono razzisti. 517 mila immigrati regolari qui da noi sono stati già integrati perfettamente, secondo i migliori criteri della vera accoglienza, ma qui siamo di fronte a un fenomeno di tutt’altra tipologia, nel quale otto richiedenti asilo su dieci non hanno le caratteristiche per ottenere lo status: non sono profughi, sono immigrati clandestini”.

“Non si va da nessuna parte – conclude Zaia – fino a che la Libia e gli altri paesi nordafricani non accetteranno, o verrà loro imposto, che la comunità internazionale istituisca centri di accoglienza e riconoscimento sui loro territori, per respingere i non aventi diritto e accudire e inviare gli altri in Europa. Ma quale Europa? Quella che ci dà pacche sulle spalle affermando che ne stiamo salvando l’onore e contemporaneamente ci deride?”

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button