Breaking News

La Festa della Repubblica nella nostra provincia

Vicenza – Venerdì 2 giugno ricorre la Festa della Repubblica italiana. Si tratta di una giornata durante la quale, dal 1948 anno della prima celebrazione, si commemora il referendum del 1946 con il quale gli italiani e, per la prima volta anche le italiane, andarono alle urne per decidere, scegliendo tra monarchia e repubblica, l’assetto dello Stato dopo la Seconda guerra mondiale, ma anche per eleggere i rappresentanti dell’assemblea costituente, incaricati di redigere la Costituzione.

Come ogni anno sono svariate, a Vicenza e in tutta la provincia, le iniziative organizzare per festeggiare i 71 anni della Repubblica italiana. Nel capoluogo berico la celebrazione ufficiale inizierà alle 10.10, in piazza dei Signori, dove sarà presente lo schieramento di un reparto di formazione delle forze armate e di rappresentanze delle forze si polizia, dei vigili del fuoco e delle associazioni combattentistiche e d’arma, della croce rossa italiana e della polizia locale di Vicenza. dopo l’arrivo delle autorità, sono in programma gli onori alla bandiera della città, la rassegna dello schieramento, l’alzabandiera e l’esecuzione dell’inno nazionale.

Alle 11, il prefetto, leggerà il messaggio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Durante la cerimonia verranno inoltre consegnate diciotto onorificenze dell’ordine al merito della Repubblica italiana e dodici medaglie, d’onore e della liberazione. Al termine delle celebrazioni, ci sarà una esibizione del corpo bandistico Arrigo Pedrollo di Sovizzo Colle. Alla manifestazione parteciperanno, in forma ufficiale, i sindaci della provincia, con i labari dei rispettivi comuni. Sarà inoltre presente una rappresentanza degli studenti degli istituti scolastici della città, accompagnata dai docenti.

A Schio l’amministrazione comunale ha organizzato un momento ufficiale che prevede, alle 12, il ritrovo a Palazzo Fogazzaro e alle 12.15 la partenza del corteo che arriverà in piazza Alessandro Rossi. Qui, alla presenza delle autorità civili e militari, con il contributo delle associazioni d’arma e combattentistiche, si procederà all’alzabandiera, al quale seguirà un breve intervento del sindaco, Valter Orsi. L’evento sarà accompagnato dal complesso strumentale città di Schio e dal coro Monte Pasubio.

L’amministrazione comunale di Montecchio Maggiore, in collaborazione con il corpo bandistico Pietro Ceccato, propone un concerto in occasione della festa della Repubblica. L’appuntamento è per le 20.30 del 2 giugno in piazzetta del Municipio o, in caso di maltempo, al Teatro Sant’Antonio, in via Pieve. Dopo una presentazione della serata e una introduzione alla ricorrenza, alle 20.45, il corpo bandistico, diretto dal maestro Luca Giacomin, eseguirà i brani scelti, tra i quali “La gazza ladra”, di Giacomo Puccini, “La donna è mobile”, dal “Rigoletto” di Giuseppe Verdi, “Parigi, o cara…”, dalla “Traviata” e “Nabucco”, entrambe di Verdi, “O mio babbino Caro”, di Puccini, “The great locomotive chase”, di Robert Winston Smith, “Porgy and bess”, di George Gershwin e, per finire, “Les miserables”, di Claude-Michel Schönberg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *