Vicenzavicenzareport

Immigrazione illecita e reati contro l’umanità. Un arresto

Vicenza – Immigrazione illecita e, addirittura, reati contro l’umanità. Sono le accuse sulla base delle quali è stato arrestato nei giorni scorsi, a Vicenza, un serbo di 36 anni, finito nella rete dei carabinieri durante un normale servizio di controllo stradale. E’ avvenuto lunedì 8 maggio, in via Fusinato, dove una pattuglia lo ha fermato e  si è presto resa conto che sul suo capo pendeva una segnalazione di rintraccio e cattura, del 5 maggio, del Ministero dell’interno, servizio per la cooperazione internazionale di polizia.

Goran Pajikic
Goran Pajikic

Dagli accertamenti effettuati attingendo alle banche dati della forze di polizia i militari hanno appurato l’esistenza di un mandato europeo per l’arresto dell’uomo, su richiesta dell’autorità giudiziaria ungherese, per favoreggiamento di immigrazione clandestina e reati contro l’umanità. Nello specifico, il 36enne è accusato di aver favorito l’ingresso clandestino di cittadini kosovari attraverso il confine tra Ungheria ed Austria. Pajikic è stato così accompagnato nella casa circondariale di Vicenza.

Sempre in città, i carabinieri della Compagnia di Vicenza hanno eseguito un altro arresto in questi giorni. Le manette stavolta sono scattate ai polsi di un valdagnese di 21 anni, Enrico Rossato, in esecuzione di una misura cautelare in carcere emessa dall’ufficio di sorveglianza di Verona. Il giovane avrebbe infatti violato ripetutamente gli obblighi imposti dal regime degli arresti domiciliari a cui era sottoposto presso una comunità terapeutica.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button