Breaking News

Torna il Festival Biblico. Oltre 200 eventi

Vicenza – Un Festival Biblico “in viaggio”, quello del 2017. Dal 18 al 28 maggio ben 224 gli eventi, in sette province del Triveneto e in 22 città. Dieci giorni di conferenze, dialoghi, preghiera, arte, cibo, cinema, itinerari, laboratori, letture, mostre, concerti, spettacoli teatrali. Sei le diocesi coinvolte, con un pubblico potenziale di 4 milioni di persone suddivise fra le province di Vicenza, Verona, Padova, Rovigo, Trento, Treviso e Pordenone. È questo in sintesi il Festival Biblico, giunto quest’anno alla tredicesima edizione con numeri che lo confermano come il più importante festival del Veneto.

Il festival, per ribadire l’unità del progetto pur nel suo carattere diffuso, si aprirà con un unico momento comune: un luogo “laico”, la Basilica palladiana di Vicenza, ospiterà il 18 maggio l’inaugurazione ufficiale. Un momento che sarà affidato all’ironia di Giacomo Poretti, celebre volto del trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo, che proporrà un monologo inedito intitolato “Nelle periferie del Senso. Si può viaggiare anche dal divano”.

La chiusura del festival invece sarò all’aperto, in piazza dei Signori a Vicenza, con l’intervento del sacerdote e poeta Josè Tolentino Mendonça sul tema “Passare a un’altra riva”. Il Festival Biblico sarà dunque un viaggio: nella Regione, dentro le diocesi, nei centri e nelle periferie delle città, valorizzando luoghi inconsueti e poco avvezzi a ospitare incontri culturali; attraverso il tempo, lo spazio, le discipline, cercando declinazioni ampie del concetto di viaggiare, dallo spostamento fisico a quello metaforico; conoscendo personaggi diversi per estrazione e stili ma accomunati da un pensiero nobile e animati da una grande curiosità. Un cartellone così fitto richiede un impegno notevole dal punto di vista organizzativo e della gestione.

Su indicazione dei soggetti proponenti, i presidenti Roberto Tommasi per la Diocesi di Vicenza e Ampelio Crema per la Società San Paolo, lavora dallo scorso mese di settembre un nuovo staff di professionisti ma il Festival Biblico vive anche grazie ai suoi volontari, ovvero 230 persone, di ogni età e professione, che offrono un supporto fondamentale in vari ambiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *