Breaking News

Evasione fiscale, sequestro GdF per 172 mila euro

Noventa Vicentina – Nuovo caso di rilevante evasione fiscale scoperto dalla Guardia di Finanza, nel vicentino. E’ stato anche eseguito un sequestro preventivo per 172 mila euro, ovvero per la cifra considerata equivalente a quanto sarebbe stato il profitto illecito dell’evasione fiscale.

Sono stati i finanzieri della Tenenza di Noventa Vicentina a dare esecuzione al decreto di sequestro, emesso dal Gip di Vicenza, Roberto Venditti, a seguito del quale sono stati cautelati un conto corrente con 18 mila euro, tre autovetture di fascia alta (un Mercedes, un Land Rover e una Lancia Thesis) e un motoscafo C&B Nautica, modello “Shaft 34” ormeggiato a Jesolo. Il tutto appartenente ad un imprenditore del basso vicentino, U.P., di 38 anni, sulla cui ditta individuale è stata condotta la verifica fiscale.

L’imprenditore, operante nel settore del commercio al dettaglio di apparecchiature per telecomunicazioni e telefonia, è accusato di aver dichiarato ricavi inferiori a quelli effettivi ed occultato la documentazione contabile per non consentire la ricostruzione del reddito. Di qui la segnalazione all’autorità giudiziaria di Vicenza per l’ipotesi penale di dichiarazione infedele dei redditi e distruzione di documenti fiscali.

Le successive indagini, dirette dal Pm Claudia Brunino, hanno poi indotto a cautelare i patrimoni accumulati, per un valore corrispondente all’illecito profitto del reato, determinando così il sequestro dei beni e delle disponibilità dell’imprenditore.

“L’intera operazione delle Fiamme Gialle – sottolinea in una nota la Guardia di Finanza di Vicenza – evidenzia come il Corpo, in qualità di polizia economico finanziaria, in sinergica dipendenza funzionale dalla magistratura berica, sia impegnato ogni giorno nel contrasto dei gravi illeciti tributari penalmente sanzionati e caratterizzati dal movente economico nonché nella segnalazione dei relativi proventi in nero all’autorità giudiziaria che, qualora il procedimento penale si concluda con condanna, ne ordina in sede di esecuzione l’obbligatoria confisca”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *