Breaking News

Evade dai domiciliari ma è subito ripresa

Lonigo – Aveva tentato di uccidere il compagno, e poi, qualche mese dopo, lo avrebbe aggredito una seconda volta. E’ proprio in conseguenza di questi fatti che Sara Pocci, una donna fiorentina di 30 anni, residente a Pistoia, si trovava, agli arresti domiciliari, in una comunità terapeutica di Lonigo. Una misura che era stata disposta, qualche mese fa, nel febbraio 2017, dal Tribunale di Pistoia, città dove avevano avuto luogo i fatti, tra il maggio e l’agosto del 2016.

Nei giorni scorsi, però, la donna si è allontanata dalla comunità ed ha cercato di far ritorno in Toscana. Nel tardo pomeriggio del 30 aprile, i carabinieri della Stazione di Lonigo, avvertiti della sua scomparsa, l’hanno cercata e l’hanno arrestata di nuovo. Verso le 18.30 di domenica scorsa, la 30enne, che si sarebbe dovuta trovare in comunità è stata individuata invece alla stazione ferroviaria leonicena.

Dopo l’arresto, con l’accusa stavolta di evasione, la donna è stata trattenuta in una delle camere di sicurezza della stazione dei carabinieri di Vicenza, in attesa del rito direttissimo, che è stato celebrato ieri mattina. A seguito dell’udienza la 30enne è stata condannata ad otto mesi di reclusione. La pena è stata sospesa, e quindi Pocci è stata posta di nuovo agli arresti domiciliari, sempre nella stessa comunità terapeutica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *