Vicenza Danza, la Soirée Petipa chiude la stagione

Vicenza – Si concludono in maggio gli appuntamenti della stagione di danza del Teatro Comunale di Vicenza, con l’ultimo spettacolo in Sala Grande in programma per sabato 13 maggio alle 20.45 che sarà un  tributo al balletto classico. La ventunesima edizione di Vicenza Danza prende congedo infatti con una produzione francese di grande prestigio come la “Soirée Petipa: les Grands Ballets Classiques” proposta dal Balletto dell’Opera di Bordeaux, in prima italiana con due solo date, a Modena, al Teatro Pavarotti, e a Vicenza, al Teatro Comunale. Sarà una serata speciale, concepita da Charles Jude, direttore fino a qualche mese fa del Ballet de l’Opéra di Bordeaux, la seconda compagnia classica di Francia dopo l’Opéra.

Non mancherà, prima dello spettacolo, il consueto Incontro con la danza , sempre sabato, alle 20, nella sala del Ridotto. Sarà curato da Silvia Poletti, giornalista, critico ed esperto di danza. La serata, naturalmente, è dedicata a Marius Petipa, il grande coreografo di origini marsigliesi, padre fondatore della danza classica e del balletto romantico, e propone un programma che ripercorre i momenti principali della sua arte, una serie di estratti dai più celebri dei suoi balletti. Del vasto repertorio creato tra metà Ottocento e inizio Novecento da Petipa molti balletti sono tuttora messi in scena nei vari teatri del mondo e rappresentano dei capisaldi nell’evoluzione nella tecnica classica. Hanno anche influenzato l’evoluzione della grande scuola russa di balletto.

Sul palcoscenico del Comunale, la serata si svilupperà in tre parti: l’inizio sarà con il terzo atto di “Paquita”, il celebre grand pas, coreografia di Charles Judes da Marius Petipa, musica di Ludwig Minkus, in cui l’italiana Sara Renda vestirà i panni di Paquita accompagnata da Roman Mikhalev nel ruolo di Lucien d’Hervilly. Sarà poi la volta dei grandi passi a due, che esprimono e connotano la cifra stilistica di Petipa. Si inizia con l’adagio dal secondo atto de “Il lago dei cigni”, su musica di Čajkovskij, il passo a due del cigno bianco con Claire Teisseyre nel ruolo di Odette e Kase Craig in quello di Siegfried. Si proseguirà con il passo a due dal terzo atto de “La Bella Addormentata”, ancora su musica di Čajkovskij interpretato da Sara Renda e Ashley Whittleì, per finire con un altro celebre passo a due, dal terzo atto del “Don Chisciotte”, su musica di Ludwig Minkus, con Diane Le Floc’h nel ruolo di Kitri  e Neven Ritmanic in quello di Basilio.

L’ultima parte della Serata sarà una vera e propria esplosione di virtuosismo, con il terzo atto completo dal balletto “Raymonda”, il Grand Pas Hongrois, coreografia di Charles Jude da Marius Petipa, musica di Alexandre Glazunov, con Oxana Kucheruk nel ruolo di protagonista, accanto a Oleg Rogachev e al Corpo di ballo dell’Opera di Bordeaux. Questo atto, considerato uno dei capolavori del maestro francese, è stato nel tempo un banco di prova per tutti i grandi interpreti, da Balanchine a Nureyev, fino a Baryshnikov negli anni ’80. Lo spettacolo ha già fatto registrare il tutto esaurito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità