Coppa Italia, Vicenza ricorda la notte del ’97

Vicenza – Nell’ambito delle iniziative per il ventesimo anniversario della conquista della Coppa Italia da parte del Vicenza Calcio, oggi pomeriggio, in Sala Stucchi, il sindaco di Vicenza, Achille Variati, e la giunta comunale, hanno ricevuto la formazione dei campioni biancorossi del 1997 guidata dall’allora capitano Giovanni Lopez. Erano presenti: i portieri Pierluigi “Gigi” Brivio e Luca Mondini; i difensori Luigi Sartor, Gilberto D’Ignazio, Massimo Beghetto, Giovanni Lopez, Davide Belotti; i centrocampisti Giuliano Gentilini, Domenico “Mimmo” Di Carlo, Giampiero “Jimmy” Maini, Fabio Viviani, Gustavo Mendez, Daniele Amerini; i due esterni offensivi Gabriele Ambrosetti e Maurizio Rossi; gli attaccanti Alessandro Iannuzzi, Giovanni Cornacchini, Marcello Otero, Roberto Murgita.

Assieme ai giocatori hanno incontrato l’amministrazione comunale anche i tecnici e i dirigenti di allora: Francesco Guidolin, ex allenatore; Pieraldo Dalle Carbonare, ex presidente della società e Sergio Gasparin, ex direttore generale.

“Benvenuti a tutti voi a nome dell’intera città che, a distanza di 20 anni da quel 29 maggio del ‘97, ancora vi ringrazia – ha detto il sindaco Achille Variati –. Siete voi, infatti, giocatori, mister, società, ad aver conquistato, in 115 anni di storia, il trofeo più importante del Vicenza Calcio. Avete fatto esultare di gioia una città di provincia che una sera di fine maggio di 20 anni fa è riuscita a sbaragliare tutti gli avversari portando a casa la Coppa Italia. Il Vicenza Calcio non è solo una società sportiva: è parte dell’identità di questa città. Per questo motivo se dovessi dedicare a qualcuno questo riconoscimento sarebbe indubbiamente ai tifosi biancorossi che in questi anni non hanno mai abbandonato la loro passione”.

“Sono convinto – ha aggiunto Variati – che ricordare questo trionfo in un momento così delicato per la società, precipitata in Lega Pro, sia di sprone alla sua rinascita. Sappiate che l’amministrazione comunale farà tutto quello che potrà per ricostruire la società, mettendola insieme. A voi e a noi tutti, auguro che le emozioni di questa giornata e della partita che questa sera si disputerà nel glorioso stadio Menti, ci portino fortuna”.

“È sempre bello ricordare una vittoria – ha sottolineato poi l’assessore alla formazione Umberto Nicolai – e voi quella sera avete vinto per l’intera città, portando a termine un’impresa eccezionale che rimarrà nella storia e dentro ognuno di voi. Sono felice di festeggiare questa ricorrenza nell’anno in cui Vicenza è diventata Città europea dello sport: questa coincidenza, a 20 anni di distanza, aggiunge significato alle celebrazioni. Mi auguro che ci siano ancora altrettante soddisfazioni per la città che vorrei vedere tutta unita in un progetto per la rinascita del Vicenza Calcio”.

Ad ogni calciatore, tecnico e componente della società il sindaco ha consegnato una copia del libro “Vicenza. Gioiello del Rinascimento”, con dedica autografa, realizzato da Regione Veneto, Comune di Vicenza e Consorzio Vicenza è. I giocatori, quindi, hanno visitato la mostra sulla storica vittoria del 29 maggio 1997 allestita nel cortile di Palazzo Trissino. La mostra, che assieme alla Coppa Italia ospita foto, gigantografie, e articoli di stampa, è a ingresso libero ed è visitabile fino a domenica 4 giugno.

Stasera alle 20.30 allo Stadio Menti i campioni del ’97 disputeranno la partita rievocativa “Vicenza-Napoli”, a 20 anni, appunto, dallo storico successo dei biancorossi in Coppa Italia. Scenderanno in campo tre formazioni: una composta dagli ex giocatori del Vicenza Calcio e due da cittadini over 40 individuati attraverso un concorso organizzato dal “Il Giornale di Vicenza”. Questi ultimi indosseranno per l’occasione la maglia del Napoli. Saranno giocati tre tempi da 20 minuti ciascuno. La partita sarà arbitrata da Livio Bazzoli, ex direttore di gara che arbitrò il Vicenza anche nella finale di Supercoppa italiana contro la Juventus, che si impose per 3 a 0, nel ’97.

Alla partita si potrà assistere gratuitamente, nei settori Gradinata Sud e Distinti, e con un biglietto di 5 euro, nel settore Tribuna. Alle 21.45, dopo la partita, su un megaschermo allestito vicino alla Gradinata Nord, sarà trasmesso un filmato con le immagini e l’audio della magica Coppa Italia 1997. Al termine della serata gli spettatori potranno entrare nel terreno di gioco per salutare i protagonisti di quella storica impresa. L’eventuale utile e le offerte libere raccolte agli ingressi dello stadio Menti andranno a favore della Fondazione San Bortolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *