Breaking News

Ciliegia di Marostica Igp regina della scacchiera

Marostica – “Tuteliamo ogni giorno il made in Italy ed il territorio, attraverso i mercati di Campagna Amica, che propongono ai consumatori le migliori eccellenze del Vicentino, tra le quali la ciliegia di Marostica Igp, nota in tutto il mondo per le sue caratteristiche, la forma a cuore ed il sapore inconfondibile. Tutelare la biodiversità è fondamentale per guardare al futuro dell’agricoltura, ma è determinante il contributo del cittadino nella scelta di prodotti locali e di qualità. Guardando al prezzo, quindi, bisogna pensare anche alla sostenibilità economica delle aziende del territorio ed ambientale. Sostenere l’economia locale significa garantire il presidio da parte dell’agricoltura, quindi un territorio più curato e produzioni che tutto il mondo ci invidia”.

Con queste parole il presidente di Coldiretti Vicenza e Veneto è intervenuto questa mattina a Marostica, in occasione della tradizionale Festa della Ciliegia di Marostica Igp. Una giornata di sole fantastica, che ha premiato il frutto rosso, che in piazza degli Scacchi era esposto con i migliori esemplari. Alla premiazione hanno preso parte numerose autorità, tra sindaci del territorio, europarlamentari e parlamentari, nonché Mariangela Crestani, presidente del Consorzio di tutela della Ciliegia di Marostica Igp, che ha ricordato l’impegno di Coldiretti sul versante dell’organizzazione e della valorizzazione del prodotto e del territorio.

Parole colte immediatamente anche dal sindaco Marica Della Valle, che ha aperto l’iniziativa. “Le 164 cassettine di perle rosse che vediamo oggi in piazza – ha detto il sindaco – rappresentano chiaramente l’impegno dei produttori, che ogni anno migliorano il prodotto e, con esso, aumentano l’interesse della città anche dal punto di vista turistico e dell’offerta enogastronomica. Grazie ai produttori di ciliegie tutto questo è possibile e deve proseguire”.

“I nostri produttori in piazza hanno offerto il meglio – ha aggiunto il presidente di Campagna Amica, Dino Panozzo -, come fanno ogni giorno ai nostri mercati, non solo proponendo i frutti della terra, appena raccolti, ma anche trasmettendo al consumatore un saper fare importante per accrescere l’attaccamento per il territorio e per ciò che rappresenta in termini di produzioni, fascino ed economia”. Il presidente Cerantola conclude: “attenzione ai prodotti che provengono dall’estero. Sono molte, infatti, le ciliegie che si trovano da tempo in vendita e provengono da altri paesi dove, in particolare, i trattamenti effettuati sono più aggressivi, per mantenere il prodotto sano e di bell’aspetto più a lungo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *