Breaking News

Ciclista scomparso trovato morto. Un pirata?

Lusiana – Ha avuto un epilogo tragico la scomparsa di Brotto Roberto, 51enne di Cittadella, del quale non si avevano più notizie da ieri pomeriggio, dopo un’uscita in bicicletta. Questa mattina, infatti, il corpo senza vita dell’uomo è stato rinvenuto in una scarpata in Val Ceccona, nel territorio comunale di Lusiana. Gli indizi raccolti fanno pensare i carabinieri che potrebbe trattarsi di un’omicidio stradale: il ciclista sarebbe stato investito da un’auto e l’automobilista non si sarebbe fermato a prestare soccorso.

Secondo le informazioni fornite dalla sorella della vittima, ieri mattina Brotto, dirigente amministrativo dell’Ulss di Cittadella, era uscito in sella alla sua bicicletta da corsa, per fare una escursione nella zona di Asiago. Preoccupata perché nel tardo pomeriggio l’uomo non aveva ancora fatto ritorno a casa, è stata la stessa donna a denunciarne la scomparsa ai carabinieri di Cittadella.

Subito sono scattate le ricerche e quando il telefono del ciclista è stato localizzato nella zona di Lebele di Conco, sull’altopiano di Asiago, proprio in quell’area si è concentrato il lavoro delle forze in campo: soccorso alpino, dei vigili del fuoco e forestali. E verso le 10.30 di oggi, martedì 23 maggio, il corpo del ciclista è stato ritrovato privo di vita nella zona di Lusiana, sbalzato con la propria bici fuori dalla sede stradale, a una decina di metri di dislivello.

Secondo la ricostruzione dei fatti operata dagli investigatori della compagnia di carabinieri di Bassano del Grappa, supportata anche dai dati e dagli elementi raccolti, come detto sopra, si potrebbe configurare l’ipotesi di omicidio stradale, con l’uomo che sarebbe stato falciato da un veicolo in transito che non si è fermato a prestargli soccorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *