Breaking News
Antonio Fogazzaro
Antonio Fogazzaro

Carteggio, la Vicenza di Fogazzaro e Lampertico

Vicenza – Un interessante scambio di lettere tra personaggi del passato di grande rilievo. E’ quello che verrà presentato a Palazzo Cordellina, venerdì 26 maggio, alle 17.30, con il volume del Carteggio tra Antonio Fogazzaro e Fedele Lampertico. “Cosa può raccontare della nostra storia – si legge in una nota in proposito della Bertoliana – un carteggio di fine ‘800 tra un romanziere e un economista? Quale rapporto legava i due notabili le cui statue oggi osservano mute il trascorrere del tempo, di fronte al Teatro Olimpico e in viale Roma, a Vicenza?”

Lo scambio epistolare tra Antonio Fogazzaro e Fedele Lampertico, negli anni tra il 1864 e il 1905, è stato ricomposto e contestualizzato dal paziente e tenace lavoro di ricerca di Giulia Brian. Il volume del Carteggio, realizzato sui materiali del fondo Lampertico conservati in Biblioteca Bertoliana e pubblicato dall’Accademia Olimpica, verrà presentato dalla stessa autrice della ricerca ed interverranno Gilberto Pizzamiglio, dell’università di Venezia, e Paolo Marangon, dell’università di Trento. Coordina l’incontro Adriana Chemello, dell’università di Padova.

“La corrispondenza epistolare tra Fogazzaro e Lampertico – continua la nota della Bertoliana -, due protagonisti della cultura vicentina e italiana, consente di varcare una porta ad accesso diretto sulla società, l’arte, la politica del periodo a cavallo tra i due secoli, rivelando questioni abbandonate sotto la polvere del tempo, aspetti inediti ed interessanti della nostra provincia e non solo. Entrambi osservatori attenti della realtà circostante, posseggono il dono di captare e valorizzare le doti intellettuali di coloro che si trovano sulla loro strada, e nel contempo sono dotati della capacità di intessere relazioni, intrecciare fili e contatti, stimolare incontri, dare forma ad iniziative culturali, assistenziali, filantropiche”.

“Le lettere infatti offrono uno spaccato sulla società civile e letteraria vicentina e italiana, illustrano la ragnatela di relazioni culturali e politiche dei due corrispondenti, fanno luce su cronache locali inedite, danno vere e proprie lezioni di pratica politica. L’incontro proporrà un itinerario attraverso alcune di queste lettere alla scoperta di persone, fatti e questioni come i diritti delle donne nella Vicenza di fine ottocento, la vita in Parlamento dei due corrispondenti, la salute del romanzo italiano, ma anche le memorie familiari di due illustri famiglie vicentine”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *