Bassano, il difficile restauro del Ponte degli Alpini

Bassano del Grappa – Proseguono, seppur con lentezza e con molti problemi, a Bassano, gli interventi di restauro e consolidamento del Ponte degli Alpini. Ieri c’è stato un incontro tra l’amministrazione e i rappresentanti di alcune realtà cittadine coinvolte nelle tematiche riguardanti il celebre ponte. Era stato organizzato proprio per presentare alcuni aggiornamenti sullo stato di avanzamento dei lavori, in particolar modo dopo non poche polemiche che c’erano state nei giorni scorsi tra il Comune e la ditta appaltatrice, la Vardanega, ed anche per un serie di rilievi mossi dal mondo politico veneto. Tra questi ad esempio quello di Elena Donazzan, bassanese lei stessa oltre che assessore regionale.

L’assessore aveva inviato nei giorni scorsi una lettera al collega Cristiano Corazzari, assessore regionale alla cultura, sollecitando un intervento della Regione nei confronti dell’amministrazione comunale bassanese, per una certa inattività in merito ai lavori sul Ponte degli Alpini soprattutto per una “situazione molto critica nelle relazioni tra l’impresa appaltante e l’amministrazione locale” ricordando che “la Regione del Veneto ha stanziato importanti risorse finanziarie, alcune a valere sui fondi europei, per i quali preoccupano i limiti temporali del loro utilizzo”.

ED ecco dunque che l’amministrazione comunale di Bassano del Grappa fa il punto della situazione, con i soggetti economici e sociali di maggior rilievo in città, nell’incontro di ieri, appunto, al quale hanno partecipato Confindustria, Apindustria, Confcommercio, Confartigianato, Cna, Coldiretti, Confesercenti, Ana Monte Grappa, Associazione aiutiamo il ponte, Comitato ponte monumento nazionale, Fai, Italia Nostra, Associazione amici dei musei e dei monumenti e i presidenti dei quartieri Centro storico e Angarano.

Nel corso dell’incontro, il sindaco Riccardo Poletto e il suo vice, Roberto Campagnolo, hanno ripercorso le vicende legate al progetto di ripristino e consolidamento del monumento cittadino, concentrandosi, dopo una panoramica degli avvenimenti degli ultimi anni, sugli sviluppi delle settimane appena trascorse.

“Da tutti i presenti – ha sottolineato il sindaco – è stata espressa volontà di condividere lo sviluppo del restauro e di collaborare tutti alla sua migliore riuscita, un confronto che proseguirà nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, con nuovi incontri di aggiornamento e condivisione. Ringrazio ancora una volta per la disponibilità attenta e appassionata che moltissimi stanno dimostrando nei confronti del monumento cittadino per eccellenza, e in particolare quelle persone che hanno testimoniato ieri sera senso di appartenenza e unità di intenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *