Bassano e dintorni

Bassano, mobilità sostenibile in “Green to go”

Bassano del Grappa – Prende il nome di “Green to go!” l’iniziativa di sensibilizzazione e di promozione in tema di mobilità sostenibile promossa dall’amministrazione comunale e dall’associazione Fiab Bassano, che coinvolgerà la città e altri comuni vicini, da lunedì 8 a sabato 13 maggio. Due i filoni di questo progetto: “Green to Work”, dedicato ai lavoratori, e “Green to School”, pensato invece per il mondo della scuola. L’obiettivo è comune: quello di promuovere la cultura di una mobilità alternativa a quella che prevede l’uso dell’auto privata.

Durante la prossima settimana i partecipanti saranno infatti invitati a percorrere il tragitto casa-lavoro e casa-scuola, e viceversa, in modo “green”, cercando di ridurre al minimo l’uso dell’auto privata, sfruttando cioè le possibilità alternative, come quella di andare a piedi o in bici, di usare l’auto condivisa oppure i mezzi pubblici.

A proposito di Green to Work, GtW sono una quindicina le aziende aderenti, compresa l’Ulss 7 Pedemontana, oltre a diversi comuni del territorio bassanese, per un totale di 10mila iscritti. Questi enti, oltre a contribuire dal punto di vista economico all’iniziativa, metteranno a disposizione dei premi per i partecipanti. Corposo anche il numero di aderenti al Green to School, GtS: tra alunni, genitori, insegnanti e personale scolastico sono state raccolte circa 9mila iscrizioni.

“Tra le iniziative collegate a questa proposta – ha aggiunto il sindaco di Bassano, Riccardo Poletto -, rientra anche la sperimentazione, nella stessa settimana, di un allargamento della Ztl nel centro studi in zona Santa Croce, dove si concentra la gran parte delle scuole superiori della città: dalle 7 alle 8.30 e dalle 12 alle 14 nella nuova Ztl, potranno entrare in auto solo i residenti, ai quali è stato consegnato un apposito pass”.

“Di fatto – ha precisato Renzo Masolo, consigliere delegato per la mobilità sostenibile – Green to go è partito ieri, con la sperimentazione del piedibus di Mussolente. In generale, il progetto è frutto di un grosso lavoro, che sta dando ottimi risultati, perché al quinto anno di Gtw e al secondo di Gts, le adesioni sono tantissime. Quasi 20mila persone si impegneranno a muoversi in maniera più green, più sostenibile”.

“Non è certo questa settimana che cambierà il mondo – ha poi concluso -, ma si tratta di una occasione importante per iniziare un percorso produttivo, che possa mettere in contatto le scuole, le aziende private e gli enti locali per trovare soluzioni che consentano alle persone di muoversi più in autonomia e anche in sicurezza”.

Il progetto Green to go va oltre GtW e GtS: sono molte, infatti, le iniziative correlate, che si protrarranno anche oltre il 13 maggio, tra le quali il concorso fotografico di Italia Nostra Bassano, dal titolo “Sport e tempo libero nella città che cambia”, il Bicibus, vale a dire un bus con carrello bici, messo a disposizione da Svt, e la sperimentazione di nuove linee Piedibus e di ciclofficine scolastiche. E, ancora, la “Staffetta green” di giovedì 11 maggio al campo di atletica di Bassano, le attività Walking+ e Mamme in salute, dell’Ulss, e, per finire, lo spettacolo “H2Oro” sul tema della sostenibilità ambientale, in programma il 24 maggio, alle 20.30, al Teatro Da Ponte. Questo evento è aperto a tutti e gratuito, previa iscrizione sul sito fiabbassano.it, a questo link diretto.

Ilaria Martini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button