Breaking News

Antonella Questa torna sul palco di Valdagno

Valdagno – Sarà un gradito ritorno a Valdagno quello del prossimo 27 maggio, alle 21, per Antonella Questa. L’attrice, già ospite in città con le sue precedenti proposte, salirà sul palco allestito per l’occasione presso la Selleria Equipe di Valdagno, portando in scena la prima regionale del suo spettacolo dal titolo “Un sacchetto d’amore”. Il suo sarà l’ultimo tra gli eventi in cartellone per la rassegna Finisterre 2016-2017, che ha proposto nel complesso otto appuntamenti ai quali si sono aggiunti anche tre laboratori, un approfondimento e le incursioni artistiche del progetto Arkar, con la performer valdagnese, Valentina Dal Mas.

“Una lei – si legge nella presentazione dello spettacolo di Antonella Questa – che ama molto le borse, forse troppo. Il suo lui che ha una mamma molto presente, forse troppo. La mamma che ha anche una figlia con un cane, molto sola, forse troppo. E poi c’è un nuovio centro commerciale che promette di soddisfare molti bisogni, forse troppi. L’universo del consumo, dell’opulenza, dello shopping compulsivo è lo sfondo del nuovo spettacolo di Antonella Questa che, passando da un personaggio all’altro con il linguaggio comico che la contraddistingue, si interroga sul perché abbiamo sempre la necessità di comprare tanto di tutto, anche quando non ce n’è assolutamente bisogno di niente”.

Antonella Questa, attrice, autrice e regista, vive e lavora tra l’Italia e la Francia ed è un’artista poliedrica impegnata, oltre che nel teatro, anche nei cortometraggi, nella tv (con Serena Dandini), nel cinema, nel cabaret. Nel 2005 crea una sua compagnia, LaQ-Prod, con cui realizza spettacoli su temi a volte scomodi ma utilizzando un linguaggio comico e sperimentando l’uso del corpo in scena. Fondamentale l’incontro con la coreografa francese Magali Bouze che, dal 2011, la affianca nella creazione degli spettacoli. Ha vinto il Premio Calandra 2009 come miglior spettacolo e migliore interprete con “Stasera ovulo” mentre con “Vecchia sarai tu” ha vinto il Premio Cerci 2012 Teatro per la memoria e il Premio Calandra 2012 come migliore spettacolo, migliore attrice e migliore regia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *