Breaking News

Maltempo, acqua e grandine sull’Alto Vicentino

Marano Vicentino – Un violento nubifragio si è abbattuto ieri sera, domenica 14 maggio, su diversi comuni dell’alto vicentino, provocando danni, e, disagi. Thiene, Marano Vicentino, Zanè, ma anche Carrè, Chiuppano, Caltrano e Schio sono state alcune delle località più colpite dalla pioggia battente e da chicchi di grandine, che in alcuni casi, per esempio a Chiuppano e a Carrè, hanno raggiunto le dimensioni di palline da tennis, come testimonia la foto qui sotto, a destra, scattata da Marianna De Muri.

Oltre ai danni alle coltivazioni e agli orti, che in alcuni casi sono stati davvero rasi al suolo, nella zona di Marano Vicentino, ad esempio, l’acquazzone, che è iniziato verso le 21.30, ha allagato strade e case, tanto che sono state centinaia le chiamate alla sala operativa del 115. Squadre dei vigili del fuoco provenienti da Vicenza e da Schio, assieme ad alcuni volontari di Thiene, hanno così lavorato tutta la notte per prosciugare taverne, cantine e garage invasi dall’acqua.

Per quanto riguarda Marano, il centro più colpito la conta dei danni è molto pesante. “Nessun quartiere è stato risparmiato – spiega il Comune di Marano in una nota diffusa questa mattina -. Sono stati allagati molti degli interrati di via Prole, via Milano, via Venezia, via San Vincenzo, via Santa Lucia, via Pasubio, via Pietro Berto, Piazza Silva, via IV Novembre, via Vittorio Veneto, via De Gasperi, via Pascoli. Anche la mensa della scuola materna Santa Lucia, la mensa delle scuole Primarie, gli archivi dei Servizi sociali, la palestra della scuola materna sono stati allagati. L’acqua scesa in un’ora è stata di ben 65 millimetri accompagnata da molta grandine e vento, ed ha causato danni, allegamenti e disagi in più di 30 punti diversi di Marano Vicentino. Sono rimasti cumuli di grandine per cinque ore e più dall’evento”.

La centralina meteo di rilevazione ha registrato sul territorio di Malo 10 millimetri di precipitazione cumulata, 16 sul quartiere Santa Croce di Schio, mentre sul territorio di Marano sì è registrata una concentrazione altissima in pochissimo tempo, una vera bomba d’acqua. In serata il sindaco di Marano ha attivato il Comitato organizzativo comunale, ed è rimasto sui luoghi colpiti. Presenti anche la squadra della Protezione civile, la squadra comunale, il comando Carabinieri di Thiene, la protezione civile ambientale, allertata dal sindaco di Schio su richiesta del comando dei Vigili del Fuoco, mediante due camion con autopompa e tre pickup con autopompa, due mezzi della protezione civile di Marano con pompe, tre mezzi del Comune di Marano.

Tutta la zona di via Venezia, via Prole e via Milano era allagata con più di 60 centimetri, così Santa Maria, via Pasubio. I Vigili del Fuoco hanno risposto costantemente durante tutta la notte a tutte le chiamate arrivate, per gli interventi più consistenti in via Venezia e via Prole e da una dozzina di privati che hanno subito l’allagamento dei seminterrati. Tra i danni registrati, anche una decina di autovetture bloccate dall’ingente allagamento. Gli interventi si sono conclusi alle 5 di mattina con il rientro di tutti i mezzi dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *