Breaking News
András Schiff
András Schiff

Vicenza, torna András Schiff in “Omaggio a Palladio”

Vicenza – Dal 27 al 30 aprile András Schiff torna al Teatro Olimpico di Vicenza per la ventesima edizione del festival “Omaggio a Palladio” del quale è ideatore, direttore artistico e protagonista, affiancato dalla Cappella Andrea Barca, la sua personale orchestra da camera. L’edizione 2017 di “Omaggio a Palladio” sarà imperniata su tre grandi autori, Bach, Mozart e Schubert, dei quali saranno presentati brani molto celebri, come i Concerti Brandeburghesi di Bach e l’Incompiuta di Schubert, accanto ad altri che di solito trovano meno spazio nelle sale da concerto

Si inizia giovedì 27, all’Olimpico, per una serata dal carattere decisamente cameristico, con Serenata per fiati in Mi bemolle maggiore, di Mozart, e Cantata “Ich habe genug”, di Bach, nella prima parte; nella seconda invece sarà protagonista Schubert, con una selezione degli ultimi lieder composti dall’autore viennese. Venerdì la consueta parentesi di musica sacra, alla Basilica di San Felice. Schiff dirige l’orchestra Cappella Andrea Barca e l’ensemble corale Schola San Rocco nel Magnificat di Bach. A seguire il  mottetto ”Ave Verum Corpus” di Mozart e l’offertorio “Intende voci” per tenore, coro e orchestra di Franz Schubert.

Sabato 29 si torna al Teatro Olimpico con András Schiff subito impegnato al pianoforte nell’ouverture in stile francese dalla seconda raccolta del “Clavier Übung” di Bach. Di seguito un omaggio all’ultimo sinfonismo di Mozart (Sinfonia in Mi bemolle maggiore) e i due movimenti dell’Incompiuta di Schubert. Per il gran finale di domenica 30 aprile, sempre all’Olimpico, l’integrale dei Concerti Brandeburghesi, con il maestro Schiff nel doppio ruolo di direttore e clavicembalista.

Realizzato dalla Società del Quartetto di Vicenza fin dalla prima edizione, “Omaggio a Palladio” è un festival musicale nato alla fine degli anni novanta, subito dopo un recital che il pianista ungherese tenne al Teatro Olimpico. Estasiato dalla bellezza, ma anche dall’acustica offerta dal gioiello palladiano, il maestro lanciò l’idea di tornarvi ogni anno per una serie di concerti. Nel 2000 Schiff ha fondato la Cappella Andrea Barca, un’orchestra formata da 50 maestri di grande esperienza da lui stesso selezionati uno ad uno; da allora la Cappella Andrea Barca lo accompagna nella quattro-giorni vicentina e in altri festival musicali in Europa e negli Stati Uniti.

Grazie anche a questo “upgrade” che ha consentito di ampliare notevolmente il repertorio – e al musicista ungherese di misurarsi spesso nel doppio ruolo di pianista e direttore – il Festival ha raggiunto in pochi anni grande notorietà in tutta Europa. Da almeno tre lustri i biglietti per assistere ai concerti di “Omaggio a Palladio” vanno esauriti in pochissimi giorni di prevendita, con centinaia di spettatori che si danno appuntamento a Vicenza provenienti da Germania, Austria, Svizzera, Francia, Inghilterra, dall’Est Europa e da oltre oceano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *