Breaking News

Vicenza, Odisseo nel Teatro del Lemming

Vicenza – “Odisseo – Viaggio nel teatro”, è questo il titolo dello spettacolo che propone a Vicenza il Teatro del Lemming, per trenta spettatori alla volta  (prenotazione obbligatoria al numero 3273952110), giovedì 27 e venerdì 28 aprile alle 21, presso l’ex chiesa dei Santi Ambrogio e Bellino, nell’ambito della rassegna “Primavera AB23”. Dopo “Edipo”, “Dioniso” e “Amore e Psiche”, presentati in città nel corso degli ultimi due anni, il Teatro del Lemming sarà dunque di nuovo in scena presso lo spazio di contrà Sant’Ambrogio, con questo quarto e ultimo movimento della storica Tetralogia sul mito e sullo spettatore. Nello spettacolo si affronta il mito del viaggio per antonomasia, quello che vede Odisseo fare ritorno dalla guerra di Troia alla sua casa, Itaca.

“Il coinvolgimento drammaturgico e sensoriale – spiaga una nota degli organizzatori -, cifra stilistica che contraddistingue la ricerca teatrale della compagnia, si apre stavolta a un gruppo di trenta spettatori che incarnano un’unica identità, anch’essa multiforme: quella dell’eroe omerico. Lo spettacolo si sviluppa infatti come un viaggio in cui gli spettatori sono indotti a perdersi e a naufragare, incontrando nel mare del teatro i mille personaggi che abitano il poema in una dimensione sincronica. E se nel mare, come nel teatro, non esiste un centro, quest’ultimo è forse l’unico luogo al mondo in cui ciascuno di noi può incontrare i propri fantasmi, riconquistando così la sua Itaca. Metafora di un teatro che può essere non solo subìto ma anche attraversato compiutamente, a cui tornare diversi eppure uguali”.

In scena gli attori Fiorella Tommasini, Chiara Elisa Rossini, Diana Ferrantini, Alessio Papa, Katia Raguso, Marina Carluccio, Boris Ventura e Maria Grazia Bardascino; musiche e regia di Massimo Munaro.  Il Teatro del Lemming, fondato a Rovigo nel 1987 da Massimo Munaro e da Martino Ferrari, è una compagnia teatrale di ricerca finanziata dal Ministero dei beni culturali dal 1997. Il gruppo si caratterizza per il coinvolgimento drammaturgico e sensoriale degli spettatori ed ha calcato con successo in questi anni prestigiosi palcoscenici italiani ed europei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *