Thiene, apre la mostra fotografica di arte sacra

Thiene – A distanza di un anno dalla mostra fotografica “Grazie al cielo. Viaggio tra gli ex voto”, tutta dedicata alle testimonianze di fede e pietà popolare, Giuseppe Stella, Bruno Dalle Carbonare, Luca e Valter Borgo tornano ad esporre a Thiene, dal 29 aprile al 14 maggio, a Palazzo Cornaggia, sede della Biblioteca civica. Questa volta nell’obiettivo degli artisti ci sono i “tesori” della fede nel senso più concreto del termine poiché protagonisti delle 132 fotografie esposte sono i preziosi oggetti custoditi nel Museo di arte sacra del Duomo di Thiene.

“Il museo thienese – si legge in una nota del Comune di Thiene – è un vero scrigno della devozione popolare e conserva oggetti che attraversano ben cinque secoli di storia. Se questi manufatti sono giunti fino a noi è stato grazie ad alcune famiglie thienesi che, in tre drammatici momenti storici, quali l’età napoleonica e la prima e la seconda guerra mondiale, li tennero nascosti nelle loro case, correndo anche dei rischi, per restituirli poi alla città una volta passato il pericolo. Splendidi paramenti liturgici, reliquiari, pissidi, calici e turiboli, sono autentici tesori artistici che costituiscono una testimonianza tangibile del patrimonio religioso locale e della liturgia cittadina”.

Tra i pezzi fotografati ce ne sono alcuni di grande interesse, come la cosiddetta pisside thienese o la cinquecentesca Madonna del quadretto o delle rose, che la leggenda, riportata nel 1927 da don Ermanno Gasparella, racconta essere stata trovata per caso da un contadino che arava il proprio campo presso il Roston, in zona Vianelle. Consegnata al Parroco, da allora fu custodita nel duomo cittadino ed esposta al pubblico in tempi di siccità, peste o guerra, “sempre con grande vantaggio”, come riporta la cronaca. Anche la firma autografa di Lorenzo Perosi, autore di musica sacra, noto per i suoi oratori, le messe polifoniche e i mottetti e che a Thiene fece dono di un Inno al Prezioso, è riprodotta in una fotografia ed è quindi visibile nel percorso fotografico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità