Provinciavicenzareport

Rosà, 16 chili di hashish in auto. Arrestato 54enne

Rosà – Ancora un colpo inferto dai carabinieri di Bassano del Grappa all’attività dello spaccio di droga. Si è infatti conclusa ieri sera una brillante operazione che ha portato gli uomini dell’arma al sequestro di 16 chili di hashish e all’arresto, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, di Mohamed Tebbai, un marocchino di 54 anni, residente a Rosà, che attualmente si trova nel carcere di Vicenza.

Per quanto riguarda i fatti, circa tre settimane fa sono giunte ai militari alcune generiche segnalazioni da parte cittadini di Rosà, insospettiti da alcuni strani movimenti che avevano notato nella zona di via Bertorelle. Nonostante le scarne informazioni fornite, i carabinieri non hanno perso tempo e si sono subito messi al lavoro per verificare quanto riportato e per approfondire la faccenda.

I militari del Nucleo operativo e radiomobile hanno così dato il via a ad una attività di controllo del territorio che, unita all’attivazione delle fonti informative, li ha portati a concentrare la loro attenzione su Tebbai, già arrestato nel 2005 dal nucleo operativo di Bassano e dal nucleo investigativo di Vicenza con 40 kg di hashish. Anche per questo motivo i carabinieri hanno subito pensato che l’uomo potesse essersi rimesso in attività.

Dopo due settimane di monitoraggio continuo, con pedinamenti e appostamenti, i carabinieri hanno appurato l’assidua presenza del 54enne nelle vicinanze di via Bertorelle. L’uomo inoltre, era solito compiere, con una certa frequenza, rapide e precise puntate verso la sua auto, una Fiat Punto, parcheggiata nelle vicinanze del cimitero. Un comportamento che ha insinuato nei militari il dubbio che proprio nella vettura potesse essere nascosto qualcosa di illecito.

E così ieri sera Tebbai è stato bloccato dai carabinieri proprio nel momento in cui stava entrando in auto. Ne è seguita una perquisizione, che ha fatto emergere, celati in varie parti dell’utilitaria, persino all’interno delle portiere, 16 chilogrammi di hashish, suddivisi tra panetti e ovuli. Questi ultimi conterrebbero una sostanza molto concentrata, la cosiddetta “resina”. Secondo una stima, il valore al dettaglio della sostanza stupefacente sequestrata si aggirerebbe sui 160mila euro. Inoltre, addosso al 54enne e nella sua abitazione sono stati trovati e sequestrati più di duemila euro, in banconote di vario taglio, che i militari suppongono possano essere proventi derivanti dall’attività di spaccio, anche considerato il fatto che, a quanto risulta, Tebbai sarebbe disoccupato.

Ilaria Martini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button