Roberto Vecchioni (Foto di Paolo De Francesco)
Roberto Vecchioni (Foto di Paolo De Francesco)

Roberto Vecchioni al Teatro Comunale di Vicenza

Vicenza – Prima volta in terra berica per Roberto Vecchioni, che farà tappa al Teatro Comunale di Vicenza nell’unica data veneta del suo nuovo tour teatrale “La vita che si ama”, mercoledì 26 aprile alle 21, in un concerto che proporrà, oltre ai suoi storici cavalli di battaglia, anche il nuovo lavoro discografico dal titolo “Canzoni per i figli”. Vecchioni sarà accompagnato dalla “band storica”, composta da Lucio Fabbri (pianoforte e violino), Massimo Germini (chitarra acustica), Marco Mangelli (basso) e Roberto Gualdi (batteria)

Con l’album “Canzoni per i figli”, contenuto in un cofanetto in abbinamento all’ultimo libro dal quale lo spettacolo ha preso il nome, il prof. della canzone d’autore italiana è tornato in studio di registrazione tre anni dopo il disco d’oro “Io non appartengo più” per incidere le nove canzoni dedicate ai figli e il brano inedito “Che c’eri sempre”, poesia musicata scritta per la mamma.

“La musica e la letteratura – si legge in una nota di presentazione -, universi di riferimento imprescindibili e componenti identitarie del cantautore, si fondono in un lavoro nel quale il Vecchioni padre si racconta ai suoi figli Francesca, Carolina, Arrigo ed Edoardo. “Canzoni per i figli” è un disco che racchiude i brani molto amati del repertorio del cantautore, con il nuovo arrangiamento di Lucio Fabbri, dai brani più conosciuti, come Figlia e Le rose blu, a quelli meno noti come Canzone da lontano e Un lungo addio, canzoni riarrangiate, risuonate, ricantate e riconcepite, sino a discostarsi, in alcuni casi, dall’originale come ad esempio nel brano Quest’uomo”.

Roberto Vecchioni, merita ricordarlo, è uno dei padri storici della canzone d’autore in Italia, oltre che apprezzato scrittore. Professore di greco e latino per tanti anni, è attualmente docente di Forme di poesia in musica presso l’Università di Pavia. Roberto Vecchioni è l’unico artista ad aver vinto il Premio Tenco (1983), il Festivalbar (1992), il Festival di Sanremo (2011) e il Premio Mia Martini della critica (2011). Non sono molti i biglietti rimasti per il concerto di mercoledì al Teatro Comunale di Vicenza, quindi affrettarsi, provando anche online sul sito www.tcvi.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *